Business plan

SOCCORSO STRADALE

Il miglior software per fare da solo il business plan di una società di soccorso stradale.

È l’unico che ti permette di ottenere il documento completo di business plan per un autosoccorso e due scenari alternativi per fare ogni tipo di simulazione.

Il programma include anche un esempio di business plan per un’attività di soccorso stradale già fatto e ottimizzato per la richiesta di un finanziamento oltre a tre mesi di assistenza tecnica e il manuale che ti seguirà passo a passo.

La licenza non ha scadenza e quindi potrai utilizzare questo programma mese dopo mese per il controllo di gestione della tua attività.

Basteranno poche modifiche, da fare direttamente sul software, per adeguare l’esempio al tuo progetto specifico e tutto si aggiornerà automaticamente e il business plan sarà già pronto da presentare alla banca e agli investitori.

Ho realizzato il business plan della mia attività di soccorso stradale con questo software nonostante non sappia nulla di contabilità!

Fernando Serra Bari 25/07/2021

E’ stato facile fare il business plan per il mio autosoccorso ed ottenere il finanziamento richiesto. Tutto grazie a questo bel software.

Marco Torri Venezia 10/09/21

oftware business plan soccorso stradale

SOFTWARE BUSINESS PLAN SOCCORSO STRADALE

in offerta a 119 € imposte incluse
anziché 149 € ma solo fino a giovedí 05/10/22
Acquistalo ora con carta di credito, bonifico o Paypal

Ora anche con il servizio di consulenza

COME APRIRE UN’ATTIVITA’ DI SOCCORSO STRADALE – IL BUSINESS PLAN

 

Il servizio di soccorso stradale è di grande utilità ed ogni automobilista ne avrà sempre bisogno.

Che sia per un incidente o un semplice guasto meccanico il servizio di autosoccorso è sempre chiamato ad intervenire 24 ore su 24.

Ora vi spighiamocome aprire una società di soccorso stradale.

La prima cosa da sapere è che per aprire una attività di autosoccorso avrete bisogno di un piazzale e di un’officina che sia dotata delle necessarie attrezzature.

Il servizio di autosoccorso molte volte rientra nei servizi aggiuntivi che un’officina può offrire ma può anche essere svolto autonomamente.

Non tutte le officine si occupano di soccorso stradale e non tutti coloro i quali svolgono soccorso stradale hanno un’officina.

L’attività di soccorso stradale necessita di essere autorizzata dalla Motorizzazione Civile provinciale alla quale spetterà il compito di dichiarare idoneo il o i carrattrezzi scelti dall’azienda per effettuare il servizio di soccorso stradale.

Ogni carro attrezzi deve essere omologato per l’utilizzo nell’ambito del trasporto speciale e deve essere intestato all’autoriparatore.

Per aiutarti ad avviare la tua impresa di autosoccorso abbiamo già realizzato un business plan completo e lo abbiamo caricato sul nostro software in modo che sia facilmente modificabile e adattabile al tuo progetto specifico in maniera semplice e veloce.

L’intero progetto è stato ottimizzato per agevolare la richiesta di un prestito, di finanziamenti bancari, finanziamenti a tasso agevolato e agevolazioni a fondo perduto.
Dubbi sono sorti riguardo all’iscrizione da parte delle imprese di autosoccorso all’Albo degli autotrasportatori conto terzi.
Le associazione di categoria sostengoni però che il soccorritore che utilizza un carro attrezzi non è obbligato ad effettuare tale iscrizione.

E’ comunque sempre bene richiedere informazioni e chiarimenti presso il proprio comune, così da conoscere con precisione le procedure da seguire.

Il comune dovrà chiarire gli aspetti legati alla superficie del locale, alla pavimentazione, al parcheggio dei veicoli e alla compatibilità tra il locale scelto e il Piano Regolatore.

 

 

 

come aprire un soccorso stradale

QUANTO GUADAGNA UN AUTISTA DI SOCCORSO STRADALE

Prima di iniziare a sostenere le prime spese e ad effettuare i primi investimenti è fondamentale realizzare il business plan in modo da pianificare ogni dettaglio e calcolare fin da subito:

  • il fatturato previsto;
  • il punto di pareggio;
  • il fabbisogno finanziario e quanto guadagnerà la nuova società di soccorso stradale se le cose andranno come previsto.

Un autista di soccorso stradale guadagna circa 1.200 € netti al mese più incentivi e, a partire da tale dato, potrai calcolare il costo aziendale annuo per ogni dipendente che intendi assumere.

Le spese per il personale rappresentano una delle voci più importanti dell’intero bilancio e quindi è bene valutare fin da subito il numero di autisti che sarà necessario assumere e calcolarne con precisione il costo.

  • Il software che potrai scaricare una volta effettuato il pagamento, comprende:
    il budget economico e finanziario in excel a cinque anni che è interamente modificabile con aggiornamento in tempo reale;
    i due scenari alternativi per la what-if analysis che potrai impostare a tuo piacimento per fare ogni tipo di simulazione;
    un esempio di business plan per il soccorso stradale;
  • il documento finale interattivo in word per l’autosoccorso, completo di executive summary e di tutti gli altri capitoli, già pronto da consegnare a banche, comune, soci e investitori e anch’esso interamente modificabile in ogni sua parte e infine la stampa analitica del budget che sarà utile allegare al progetto.

L’investimento iniziale principale per una officina di soccorso stradale è quella relativa all’acquisto del carro attrezzi.

Si tratta di mezzi che anche nel caso in cui vengano acquistati usati richiedono un investimento cospicuo, di solito superiore ai 50.000 euro.

Da non sottovalutare poi le spese per il personale ed i costi di gestione dell’officina, del carburante e della manutenzione dei mezzi.

Se stai pianificando di aprire una società di soccorso stradale questo è il programma giusto per avviare la tua attività senza rischi e con un risultato sicuro e professionale che ti permetterà di richiedere con facilità finanziamenti e agevolazioni e sarà un perfetto biglietto da visita per la tua impresa oltre ad accompagnarti mese per mese nella gestione della tua attività analizzando gli scostamenti e rivedendo le provisioni sulla base dei mesi già chiusi e dei nuovi eventi che si presenteranno nel tempo.