I guadagni di un autolavaggio in Italia possono variare notevolmente a seconda di diversi fattori, come la posizione geografica, il tipo di servizi offerti, e la clientela. Tuttavia, possiamo fornire alcune stime generali per aiutarti a comprendere i potenziali redditi.

Business plan autolavaggio

Il software specifico per fare il business plan di un autolavaggio in modo semplice e rapido.

Potrai lavorare direttamente su un esempio di business plan completo realizzato da esperti del settore per la richiesta di un finanziamento.

Quanto guadagna un autolavaggio a seconda della tipologia

  1. Autolavaggi manuali: Questi stabilimenti tendono ad avere margine di guadagno più elevato rispetto agli autolavaggi automatici, poiché offrono servizi personalizzati a un prezzo più alto. I ricavi possono variare da 30.000 a 100.000 euro all’anno, con margini di profitto lordi che possono raggiungere il 60-70% delle entrate totali.
  2. Autolavaggi automatici: Questi stabilimenti, più costosi da avviare a causa dell’alta tecnologia impiegata, generano ricavi più elevati ma con margini di guadagno più bassi. I ricavi annuali possono variare da 50.000 a 150.000 euro, con margini di profitto lordi intorno al 20-40%.
  3. Stazioni di servizio con autolavaggio: Spesso includono un autolavaggio automatico o a gettoni come servizio aggiuntivo. I ricavi da questa attività possono aumentare notevolmente il guadagno complessivo della stazione di servizio, con margine di guadagno aggregato che può essere significativo.

In generale, il successo finanziario di un autolavaggio dipende dall’efficacia del marketing, dalla qualità del servizio al cliente, dalla manutenzione dell’equipaggiamento, e dalla capacità di adattarsi alle tendenze del mercato, come l’offerta di opzioni ecologiche o premium che possono attrarre una clientela disposta a spendere di più per servizi di qualità superiore.

Quanto si può guadagnare con un autolavaggio

Il fatturato degli autolavaggi e il margine di redditività.

Nel settore degli autolavaggi in Italia, il fatturato medio e la redditività variano significativamente in base al tipo di autolavaggio operato. Ecco una panoramica dettagliata delle diverse tipologie:

  1. Autolavaggi manuali: Questi impianti tendono a generare un fatturato medio annuo che va da 30.000 a 100.000 euro. La redditività di questi autolavaggi può essere particolarmente alta, spesso raggiungendo il 60-70%, poiché i costi operativi possono essere mantenuti relativamente bassi e i servizi personalizzati possono essere venduti a un prezzo superiore.
  2. Autolavaggi automatici: Gli impianti completamente automatici, che richiedono investimenti iniziali significativi per l’acquisto di attrezzature tecnologicamente avanzate, possono avere un fatturato medio annuo che varia da 50.000 a 150.000 euro. Tuttavia, a causa degli elevati costi di manutenzione e ammortamento delle attrezzature, la redditività si assesta su percentuali più contenute, generalmente tra il 20% e il 40%.
  3. Autolavaggi self-service: Popolari per la loro convenienza, questi autolavaggi permettono ai clienti di lavare i propri veicoli utilizzando apparecchiature a gettoni o a pagamento con carta. Il fatturato medio annuo per questi impianti può oscillare da 20.000 a 80.000 euro, con una redditività che può variare significativamente a seconda della locazione e della frequenza di utilizzo, spesso attorno al 30-50%.
  4. Autolavaggi integrati in stazioni di servizio: Spesso questi impianti beneficiano di una posizione vantaggiosa e di un alto volume di clienti già presenti per il rifornimento di carburante. I ricavi da queste operazioni possono contribuire in modo significativo al fatturato totale della stazione, con un fatturato aggregato che può facilmente superare i 100.000 euro all’anno e una redditività che varia in base al volume di vendita del carburante e alla frequenza di utilizzo dell’autolavaggio.

Investimenti in tecnologie eco-sostenibili, come sistemi di riciclo dell’acqua o soluzioni di lavaggio a basso impatto ambientale, possono inoltre aumentare l’attrattiva dell’autolavaggio e potenzialmente migliorare la redditività offrendo servizi a un prezzo premium a una clientela più consapevole e disposta a pagare di più per pratiche sostenibili.

Come calcolare quanto si può guadagnar con un autolavaggio

Quali sono i servizi tipici forniti da un autolavaggio e quali sono i prezzi medi praticati.

Gli autolavaggi offrono una varietà di servizi che possono cambiare notevolmente a seconda della tipologia di impianto e della clientela target. Ecco i servizi più comuni con i relativi prezzi medi praticati:

  1. Lavaggio esterno base: Questo servizio include un lavaggio automatico o manuale dell’esterno del veicolo. I prezzi per un lavaggio esterno base si aggirano generalmente intorno ai 5-10 euro.
  2. Lavaggio completo: Include il lavaggio esterno insieme a un aspirapolvere dell’interno e la pulizia dei finestrini. Questo tipo di servizio è tipicamente offerto a un prezzo che varia tra i 10 e i 20 euro.
  3. Lavaggio premium: Comprende il lavaggio completo più trattamenti aggiuntivi come la ceratura, la pulizia degli interni approfondita, e talvolta la lucidatura dei dettagli in metallo o plastica. I prezzi per il lavaggio premium possono variare dai 30 ai 50 euro o più, a seconda della profondità e qualità del servizio.
  4. Trattamenti specifici: Molti autolavaggi offrono servizi aggiuntivi come la pulizia e condizionamento della pelle, il trattamento protettivo per la carrozzeria, o la rimozione di macchie specifiche. Questi servizi possono costare da 20 a oltre 100 euro, a seconda della complessità e dei prodotti utilizzati.
  5. Servizi ecologici: Con una crescente consapevolezza ambientale, molti autolavaggi offrono opzioni ecologiche, come il lavaggio a secco o l’uso di prodotti biodegradabili. Questi possono avere un sovrapprezzo rispetto ai servizi standard, con costi che possono variare significativamente in base alla tecnologia e ai materiali utilizzati.
  6. Abbonamenti o pacchetti: Alcuni autolavaggi offrono piani di abbonamento o pacchetti prepagati che permettono ai clienti di ricevere servizi di lavaggio a un prezzo ridotto per un certo periodo o numero di lavaggi. Questi possono essere particolarmente vantaggiosi per chi usa frequentemente l’autolavaggio e possono variare da 50 a 200 euro, a seconda della frequenza e del livello dei servizi inclusi.

Questi servizi rappresentano le principali opportunità per un autolavaggio di generare entrate e attrarre una vasta gamma di clientela, dalla casuale alla più esigente e orientata alla qualità.

Come calcolare quanto si può guadagnare con un autolavaggio

Per calcolare il guadagno potenziale di un autolavaggio utilizzando il software business plan autolavaggio di Bsness.com, segui questi passaggi chiave che incorporano tutti gli elementi essenziali del progetto:

1. Inserimento degli Investimenti Iniziali

Prima di tutto, inserisci i costi iniziali necessari per avviare l’autolavaggio. Questi includono:

  • Attrezzature specifiche come impianti di lavaggio automatici, aspirapolveri industriali, e sistemi di trattamento dell’acqua.
  • Costi di costruzione o ristrutturazione dell’area dedicata all’autolavaggio.
  • Acquisto di materiali di consumo come shampoo per auto, cere, e panni per la pulizia.

2. Definizione dei Servizi Offerti e dei Prezzi

Specifica i servizi che il tuo autolavaggio offrirà. Questi possono includere:

  • Lavaggi esterni ed interni.
  • Trattamenti speciali come la ceratura e la pulizia degli interni in pelle.
  • Servizi ecologici. Per ciascun servizio, stabilisci un prezzo di vendita basato sui costi e sulla concorrenza locale.

3. Calcolo dei Costi Fissi e Variabili

Identifica e registra i costi fissi quali:

  • Affitto o mutuo per la proprietà.
  • Salari del personale.
  • Utenze (elettricità, acqua). I costi variabili includono:
  • Consumo di materiali di consumo.
  • Manutenzione delle attrezzature.

4. Calcolo Automatico dei Volumi di Vendita

Il software stima automaticamente i volumi di vendita mensili basandosi su dati storici e tendenze di mercato, offrendoti una previsione affidabile del numero di servizi che sarai in grado di vendere.

5. Determinazione del Fatturato e dei Costi Complessivi

Basandosi sui dati inseriti, il software calcola automaticamente il fatturato totale e confronta questo con i costi operativi per determinare il margine di guadagno di ogni servizio. Viene inoltre calcolato il punto di pareggio, ovvero il momento in cui le entrate coprono completamente i costi.

6. Analisi del Fabbisogno Finanziario

Uno degli aspetti più critici è l’analisi del fabbisogno finanziario. Il software determina l’importo totale dei fondi necessari per avviare e sostenere l’attività fino a quando non diventa redditizia. Questo include l’importo del prestito da richiedere e la stima della rata del finanziamento.

7. Calcolo dell’Indice DSCR

Per assicurare che il finanziamento sia sostenibile, il software calcola l’indice DSCR (Debt Service Coverage Ratio), che aiuta a valutare se le entrate generate saranno sufficienti a coprire le rate del prestito.

Utilizzando Bsness.com, non solo puoi pianificare in modo dettagliato e professionale, ma ti assicuri anche che ogni aspetto del tuo autolavaggio sia attentamente valutato e ottimizzato per il successo, riducendo significativamente il rischio di errori comuni e aumentando le possibilità di ottenere il finanziamento necessario.

Articolo scritto il 14/04/2023

dott stefano ventura bsness

STEFANO VENTURALinkedin

Stefano Ventura è il fondatore di Bsness.com, software house operante in Italia e Spagna. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università di Bologna dove ha anche conseguito il titolo di Dottore Commercialista. Ha esercitato con successo la professione di Dottore Commercialista come esperto in budget e business plan per poi dedicarsi a tempo pieno alla crescita di Bsness.com.