Un’ estetista che decide di mettersi in proprio dovrà possedere tutte le caratteristiche di una brava imprenditrice e occuparsi anche di marketing, comunicazione, amministrazione, organizzazione e produzione.

Il successo del progetto dipenderà dalle sue capacità di gestire tutti questi aspetti assieme.

Saremo in grado di dirvi quanto guadagna un’estetista in proprio una volta letto e quindi conosciuto il vostro progetto.

È infatti necessario conoscere:

  • le dimensioni e le postazioni del centro di estetica;
  • quanti clienti potranno essere serviti al giorno;

e tutte le strategie di marketing scelte per raggiungere gli obiettivi prefissati:

  • scelta del target di mercato al quale rivolgersi;
  • strategie di prezzo, comunicazione dei propri servizi e abilità, promozioni stagionali e offerte;
  • scelta della localizzazione per l’apertura del salone e tutte le motivazioni che ti hanno portato a fare questa scelta.

Il fatturato del centro estetico

Solo quando avremo a disposizione tutte le informazioni sul progetto, ci sarà possibile calcolare, in maniera precisa, quanto potrà guadagnare un’estetista con il proprio salone.

Senza le informazioni riguardo gli elementi base del progetto, ogni risposta sarebbe per forza approssimativa.

Abbiamo infatti centri estetici di grandi e piccole dimensioni, situati in grandi citta o in piccoli centri, in regioni del nord, del sud o del centro, in franchising o sotto forma di micro impresa.

Per questo motivo riteniamo sia di fondamentale importanza fare un business plan per il salone di estetista.

Con l’aiuto di un business plan ben fatto, che renda chiaro:

  • com’è organizzato il salone;
  • quali sono i servizi estetici che offrirai;
  • quale sia la clientela target e quali gli obiettivi che ti prefiggi,

sarà possibile sviluppare un piano economico e finanziario dettagliato dal quale potrà emergere, con una discreta precisione, il fatturato e l’utile previsto.

Sarà poi possibile conoscere il tuo fabbisogno finanziario e valutare se le disponibilità finanziarie saranno sufficienti per la realizzazione del progetto.

In caso contrario, dovrai rivolgerti ad altri soci, investitori esterni o, in alternativa, chiedere un prestito alla banca.

QUANTO GUADAGNA UN ESTETISTA IN PROPRIO

Come calcolare qanto guadagna un estetista in propio
quanto guadagna un estetista in proprio


Una domanda molto importante da farsi prima di avviare il progetto è senza dubbio “quanto deve guadagnare un’estetista in proprio.

Conoscendo questo dato, sarà chiaro il primo obbiettivo da raggiungere, cioè il punto di pareggio per coprire i costi fissi, incluso lo stipendio di eventuali dipendenti.

Più avanti nell’articolo scopriremo anche qual’è lo stipendio medio di un’estetista in Italia e quale sarà il suo costo complessivo per l’impresa.

I costi fissi del centro estetico

Ora ci soffermeremo un attimo sul significato di costo fisso e costo variabile del salone di estetica per chiarire bene l’importanza di questa domanda.

Nel salone di un’estetista avremo, ad esempio:

  • i costi fissi di luce, acqua, affitto dei locali nei quali svolgere l’attività di estetista;
  • il commercialista ed il consulente del lavoro;
  • le assicurazioni per coprire i rischi di responsabilità civile;
  • gli apprendisti e dipendenti a tempo pieno;
  • la tassa rifiuti ed altri costi minori.

Il punto di pareggio è dato dal numero dei nostri servizi e trattamenti che bisogna vendere per poter coprire tutti i costi fissi visti sopra.

Servizi quali, ad esempio: trattamento viso e corpo, depilazioni a cera o laser, ciglia, abbronzatura, massaggi, radiofrequenza, trucco, ecc..ecc

Oltre il numero di vendite calcolato, il salone estetico inizierà a generare i primi utili.

Naturalmente dalle entrate delle vendite, bisogna togliere i costi variabili sostenuti di volta in volta come, ad esempio,  creme o oli, sieri, e altri prodotti necessari.

Non è cosi semplice calcolare il punto di pareggio del salone di un’estetista ma, utilizzando un buon software, e impostando i dati richiesti, sará facile conoscerlo.

Sará anche semplice e di notevole importanza provare a fare delle simulazioni per vedere come cambia questo dato con il variare, ad esempio, dei prezzi di vendita dei vari servizi e trattamenti oppure al variare del costo dei materiali utilizzati.

LO STIPENDIO DI UN’ESTETISTA IN ITALIA

Quant'è lo stipendio di un estetista in italia
stipendio di un estetista


lo stipendio di un’estetista in italia alle prime esperienze dopo il corso di specializzazione si aggira intorno ai 600 euro ma che può raggiungere anche gli 800 €.

Gli stipendi medi ai vari livelli di carriera sono i seguenti

  • senza esperienza ( da 0 a 3anni ): 800 euro netti al mese;
  • a metá carriera ( 4-9 anni) poco più di 1000 euro al mese;
  • con esperienza ( 10-20 anni) circa 1300 euro netti al mese;
  • fine carriera ( 20 anni ) poco più di 1300 euro.

Questi sono gli stipendi medi e orientativi che possono variare a seconda del luogo di lavoro ma i guadagni dei centri estetici sono sicuramente più alti.

Con il software business plan estetista, abbiamo calcolato rapidamente il costo aziendale del dipendente mese per mese, inclusi TFR, tredicesima e contributi.

Ad ogni modo, per avere dati più precisi per le varie regioni, consigliamo di rivolgersi alle varie associazioni di categoria presenti sul territorio.

Perché calcolare quanto guadagna un centro estetico


In conclusione, per chi dovesse avere in progetto di aprire un centro estetico dovrebbe essere chiaro che il primo dato fondamentale da conoscere, ancor prima di sapere quanto guadagna un parrucchiere o la titolare del centro estetico, sarà:

  • il punto di pareggio;
  • il fabbisogno finanziario;
  • l’utile previsto per il vostro specifico progetto.

Ovviamente, anche il più esperto dei commercialisti, si deve servire di un software ben fatto per poter realizzare tutti questi calcoli in tempi ragionevoli e poter dare così un buon servizio al proprio cliente.

Servendoci del software con un esempio di business plan per un centro estetico, siamo riusciti a calcolare rapidamente la redditività del capitale investito, verificare la liquidità necessaria per aprire e gestire il salone del nostro cliente e anche a sapere in anticipo quanto guadagnerà se le cose andranno come previsto.

Sulla base dei dati del business plan siamo in grado di calcolare:

  • la quantitá di clienti che potranno essere accettati;
  • valutare quanti dipendenti dovremo assumere

e, sulla base di tutte queste informazioni, calcolare l’investimento necessario e l’importo del finanziamento da chiedere alla banca senza commettere errori.