Scoprire quanto guadagna una guida turistica in Italia non è solo una questione di curiosità, ma un tassello fondamentale per chiunque sogni di trasformare la passione per la cultura e il viaggio in una professione.

Tra specializzazioni affascinanti e sfide quotidiane, le guide turistiche rappresentano un elemento vitale nel settore del turismo, offrendo esperienze memorabili e arricchendo la conoscenza dei viaggiatori.

In questo articolo, esploriamo non solo i guadagni medi di questi professionisti del turismo, ma anche come possono ottimizzare i loro introiti grazie a strategie mirate e all’uso di strumenti innovativi come il software Business Plan Guida Turistica di Bsness.com.

Che tu sia già nel settore o stia contemplando di entrarvi, questa guida è il punto di partenza perfetto per comprendere le potenzialità economiche della professione e pianificare il tuo successo nel mondo affascinante delle guide turistiche.

Software business plan guida turistica

Il software specifico per fare il business plan di un accompagnatore turistico in modo semplice e veloce.

Lavora sull’esempio completo realizzato da esperti del settore per il mercato italiano, per la richiesta di finanziamenti e contributi.

Ecco quanto guadagna una guida turistica in Italia

Una guida turistica in Italia guadagna mediamente tra 1.500 e 2.500 euro al mese, ma questo importo può variare significativamente in base a diversi fattori, tra cui l’esperienza, la qualifica, la zona geografica e il tipo di lavoro svolto.

Le specializzazioni possono includere tour di città specifiche, visite a musei, siti storici, o specializzazioni in tematiche particolari come l’arte, la storia o la gastronomia. Lo stipendio può variare in base a queste specializzazioni, con guide che offrono tour specializzati in grado di richiedere tariffe più elevate.

La guida turistica può svolgere le sue attività come lavoratore autonomo o essere impiegata presso agenzie turistiche, musei, o enti culturali, con variazioni significative di stipendio in base alla modalità di impiego e al contesto lavorativo.

I servizi forniti dalle guide turistiche ed i relativi guadagni

guida turistica business plan redditività e fatturato
guida turistica business plan redditività

Una guida turistica offre una vasta gamma di servizi che arricchiscono l’esperienza di viaggio dei turisti, rendendo la loro visita informativa, piacevole e memorabile. Ecco i principali servizi e fasi del servizio di una guida turistica, con un’indicazione del guadagno orario in funzione delle sue competenze e specializzazioni:

  1. Preparazione del tour: Prima del tour, la guida turistica effettua ricerche approfondite sulla destinazione, pianifica l’itinerario e si organizza per eventuali biglietti o accessi prioritari. La preparazione include la personalizzazione del tour in base agli interessi del gruppo.
  2. Accoglienza dei partecipanti: All’inizio del tour, la guida si presenta e crea un’atmosfera accogliente, introducendo brevemente ciò che i partecipanti vedranno e sperimenteranno.
  3. Guida e narrazione: Durante il tour, la guida condivide storie, fatti e aneddoti interessanti sui luoghi visitati, mantenendo l’attenzione e l’interesse del gruppo. La guida fornisce anche informazioni pratiche e risponde alle domande dei partecipanti.
  4. Gestione logistica: La guida gestisce gli aspetti logistici del tour, inclusi i tempi, il percorso e le pause, assicurandosi che il programma proceda senza intoppi.
  5. Assistenza e supporto: La guida offre assistenza e supporto ai partecipanti, aiutandoli con eventuali necessità o preoccupazioni e fornendo consigli su attività addizionali, ristorazione o shopping.

Il guadagno orario di una guida turistica può variare ampiamente a seconda della località, del tipo di tour, della lingua in cui il servizio viene erogato e della specializzazione della guida. In media, una guida turistica in Italia può aspettarsi di guadagnare tra 20 e 50 euro l’ora. Guide con specializzazioni in aree di nicchia o che offrono tour in lingue meno comuni possono richiedere tariffe più elevate, anche oltre 60 euro l’ora, grazie alla loro competenza unica e alla domanda specifica dei loro servizi.

Guida turistica: ricavi e tariffe
Guida turistica: ricavi e tariffe

Come calcolare quanto guadagna un’agenzia di guide turistiche

Il software Business Plan Guida Turistica di Bsness.com rappresenta uno strumento indispensabile e intuitivo per chiunque voglia avviare o espandere l’attività di guida turistica, trasformando una passione per la cultura e il turismo in un’impresa redditizia.

Grazie alla sua capacità di adattarsi sia ai professionisti esperti che ai neofiti, il software permette di pianificare con precisione ogni aspetto dell’attività, assicurando una visione completa e ottimizzata del business.

Per calcolare quanto guadagna una guida turistica, il software consente di inserire dettagli cruciali quali:

  • Investimenti iniziali: Questi possono includere attrezzature come tablet o dispositivi mobili per l’accesso a mappe e informazioni digitali, sistemi di amplificazione vocale per grandi gruppi, e possibilmente veicoli per tour specializzati.
  • Prezzi di vendita di ogni servizio: Definisce le tariffe per diversi tipi di tour, come visite guidate a musei, tour a piedi storici, tour enogastronomici, ecc.
  • Costi fissi e variabili: Include costi come marketing, assicurazioni, licenze e permessi, oltre ai costi variabili legati direttamente alla prestazione dei servizi, come biglietti d’ingresso per attrazioni o il noleggio di eventuali attrezzature aggiuntive.

Il software effettua calcoli automatici dei volumi di produzione e vendita dei servizi, offrendo una stima del fatturato e dei costi complessivi. Ciò consente di visualizzare i margini di guadagno per ogni servizio offerto, individuare il punto di pareggio e monitorare i flussi di cassa mensili.

Un aspetto fondamentale è il calcolo dell’esatto fabbisogno finanziario, che aiuta a determinare l’importo del finanziamento da richiedere in banca. Inoltre, il software permette di calcolare l’indice DSCR (Debt Service Coverage Ratio), cruciale per valutare la sostenibilità del finanziamento richiesto.

La compatibilità con i moduli Invitalia per la riclassificazione dei dati economici e finanziari facilita la richiesta di agevolazioni e contributi a fondo perduto, rendendo il software un alleato prezioso per ogni guida turistica che desideri ottimizzare la gestione del proprio business e massimizzare i propri guadagni.

Articolo scritto il 25/3/2024

dott stefano ventura bsness

STEFANO VENTURALinkedin

È il fondatore di Bsness.com, software house operante in Italia e Spagna. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università di Bologna dove ha anche conseguito il titolo di Dottore Commercialista. Ha esercitato con successo la professione di Dottore Commercialista come esperto in budget e business plan per poi dedicarsi a tempo pieno alla crescita di Bsness.com.