Come calcolare quanto guadagna un ristorante

Una delle domande che i nostri clienti ci rivolgono di frequente è “quanto guadagna un ristorante?”.

A volte ci si perde, altre si guadagna.

Quello che è certo è che è praticamente impossibile rispondere a questa domanda se non si conoscono tutti gli elementi determinanti per il successo o meno del singolo progetto.

Quello che certamente è possibile fare è determinare i guadagni, i costi ed il fabbisogno finanziario se le cose andranno come immaginato dall’imprenditore.

Non è un compito facile ma con l’aiuto di un bravo consulente o con l’utilizzo di un buon software per il business plan di un ristorante è possibile calcolare con precisione:

In questo modo potremo sapere in anticipo l’importo del finanziamento bancario da richiedere o del capitale da investire.

Quanto guadagna un ristorante in Italia?

La nostra penisola è molto lunga ed è costituita da realtà molto differenti tra loro:

  • luoghi rurali;
  • località turistiche di massa;
  • mete esclusive;
  • posti di montagna;
  • città storiche

e potremmo continuare ancora per molto a descrivere situazioni totalmente differenti tra loro.

Un aspetto importante da chiarire è quanto guadagna un ristorante rispetto al capitale investito.

Se abbiamo le idee abbastanza chiare su:

  • tipo di ristorante che andremo ad aprire;
  • investimenti necessari ad avviarlo;
  • dimensioni del ristorante ed il numero di coperti;
  • i piatti che andremo a proporre ed il costo per realizzarli

allora siamo già a buon punto.

Il software business plan ristorante

Con l’utilizzo di un software come il “Business plan ristorante” di Bsness.com (con precaricato un esempio di business plan ristorante completo), potremo calcolare con esattezza:

  • i costi fissi e variabili;
  • i costi del personale;
  • il numero di pasti cucinati e venduti;
  • il fatturato ed il fabbisogno finanziario.

Inoltre, visto che le cose non vanno sempre come immaginiamo, abbiamo anche la possibilità di creare due scenari alternativi per calcolare gli incassi e le spese in una situazione ottimistica, dove le cose vanno meglio di quanto sperato ed in una situazione pessimistica, dove le cose vanno peggio del previsto.

In tal modo possiamo già verificare se abbiamo i mezzi finanziari sufficienti per far fronte alla congiuntura negativa che abbiamo simulato.

Completato il lavoro di raccolta ed elaborazione dei dati allora, grazie al software, potremo ottenere dei dati piuttosto precisi relativi agli utili annui, prima e dopo le imposte, e al saldo di liquidità mese per mese per poter essere certi di avere, in ogni momento, le risorse finanziarie sufficienti a aprire e gestire il ristorante.

Quanto guadagna in media un ristorante?

Abbiamo visto che non esiste una risposta univoca ma che, sicuramente, possiamo calcolare quanto si guadagna se il ristorante va come abbiamo previsto.

Allo stesso modo potremo calcolare quanto si perde se le cose vanno come indicato nello scenario pessimistico della nostra simulazione.

Possiamo dire che un piccolo ristorante guadagna in media a sufficienza per tirare fuori lo stipendio di uno o due titolari.

Da un grande ristorante, se ben gestito, si può arrivare ad utili medi anche di alcune centinaia di migliaia di euro.

Come calcolare quanto si guadagna con un ristorante?

Facciamo un esempio pratico per vedere, passo a passo, come calcolare quanto si guadagna con un ristorante.

Il primo passo consiste nell’analizzare il nostro ristorante e individuare il canone di locazione mensile, gli investimenti necessari per gli arredi e la cucina, il numero di tavoli e coperti disponibili.

Con questi dati potremo già compilare la parte relativa agli investimenti ed ottenere:

  • le quote di ammortamento;
  • i flussi di cassa in uscita per il pagamento dei beni strumentali (arredi e attrezzature);
  • il costo fisso relativo al canone di locazione dei locali;
Quanto si guadagna con un ristorante
Quanto si guadagna con un ristorante


Il secondo passo è quello di individuare i piatti che offriremo ai nostri clienti: primi, secondi di pesce o di carne, antipasti, insalate, dolci e le bevande: acqua, vino, birra, caffè e amari.

Di ogni prodotto dovremo definire il prezzo di vendita che poi potremo aggiustare in diminuzione o in aumento successivamente;

A questo punto sarà importante calcolare il costo di produzione o di acquisto di ogni prodotto, sia che si tratti di primi, secondi, dolci o pizze.

Quanto guadagna un ristorante pizzeria

Dovremo partire dalle ricette delle pietanze o delle pizze e calcolare le materie prime necessarie per ogni portata. Il nostro software ci permette di indicare ogni materia prima, il suo costo per kg o per litro e le quantità necessarie di ogni materia prima.

Così facendo, in modo molto semplice, otterremo il costo variabile di produzione di ogni singolo piatto.

Passiamo poi ai volumi di produzione e vendita delle nostre pietanze.

Dobbiamo moltiplicare il numero di coperti per il numero di pasti offerti dal nostro ristorante (2 per pranzo e cena) e per il numero di turni che riusciremo a fare su ogni tavolo per ogni pasto (ad esempio 2 turni).

Moltiplichiamo poi il numero ottenuto per il numero di giorni di apertura mensili ed otterremo il numero massimo di clienti che il nostro ristorante può servire in un mese.

A questo punto dovremo indicare che percentuale di clienti ordina un primo, quale % ordina un secondo, quanti il dolce, quanti l’acqua, la birra o il vino e, per finire, la percentuale di riempimento prevista per il nostro ristorante per ogni mese di ogni anno.

Possiamo utilizzare ricerche di mercato che ci aiutino ad ottenere questi dati e a fare previsioni che si rivelino poi sufficientemente precise.

È normale che all’inizio i clienti siano pochi ma, se offriremo prodotti di qualità, se abbiamo scelto una buona posizione e se tratteremo bene il cliente, grazie al passaparola e alla fidelizzazione del cliente, noteremo presto un aumento della clientela.

Una volta inseriti questi dati, sarà il programma a calcolare per noi il numero di vendite di ogni portata per ogni mese.

Operando in questo modo sarà poi semplice e veloce fare simulazioni cambiando, ad esempio, la percentuale di riempimento del ristorante o la % di clienti che ordinano un primo o un secondo piatto.

Qual’è il guadagno del proprietario del ristorante

A questo punto è il software che ci può già dire quanto incassa il ristorante e quanti sono i costi variabili per la merce e per le materie prime.

Tali informazioni saranno infatti ottenute dalla moltiplicazione del costo di produzione di una pietanza per il numero di piatti venduti nel mese.

Ci rimane solo da indicare i costi fissi e cioè il costo mensile del commercialista, la spesa per acqua luce e gas, le spese mensili di pulizie se ci rivolgiamo ad un’impresa esterna, le spese di cancelleria, le assicurazioni, i materiali di consumo (carta, detersivi, stracci ecc), le spese bancarie e tutto quello che ci viene in mente.

Indichiamo infine una delle voci  più rilevanti e cioè  il  personale che intendiamo assumere e lo stipendio  lordo previsto.

Ora che il software ha tutti i dati che gli servivano potrà finalmente creare il bilancio di ognuno dei 3/5 anni analizzati e dirci quanto si guadagna con il ristorante che abbiamo progettato!  

Inoltre potrà fare una analisi dettagliata dei flussi finanziari in modo da non trovare mai il conto in rosso!