Scopri quanto può guadagnare un centro estetico! Con il software Business Plan Centro Estetico di Bsness.com, puoi calcolare con precisione il potenziale di profitto del tuo business. Dall’investimento iniziale ai costi operativi, fino ai margini di redditività e al punto di pareggio, ogni dettaglio è a portata di mano per garantirti una gestione efficace e remunerativa. Pronto a trasformare il tuo sogno in realtà?

software business plan centro estetico

Il software per fare da solo il business plan di un centro estetico in modo semplice e rapido, anche senza essere un esperto.

Include un esempio completo ottimizzato per la richiesta di un finanziamento e sul quale potrai direttamente lavorare.

Quanto guadagna un centro estetico al mese – fatturato e redditività

Il guadagno di un centro estetico può variare significativamente in base alla sua dimensione, ubicazione, e varietà di servizi offerti. Ecco alcune indicazioni generali per comprendere il potenziale economico di un centro estetico.

Fatturato medio

Il fatturato medio di un centro estetico dipende da diversi fattori, tra cui la localizzazione, la clientela, e la gamma di servizi offerti. In media:

  • Centri estetici piccoli: Un piccolo centro estetico può generare un fatturato mensile di circa 5.000 – 10.000 euro.
  • Centri estetici di medie dimensioni: Un centro estetico di medie dimensioni può raggiungere un fatturato mensile compreso tra 10.000 e 20.000 euro.
  • Centri estetici grandi o di lusso: I centri estetici di lusso o quelli di grandi dimensioni possono superare i 20.000 euro al mese, arrivando anche a 50.000 euro o più, a seconda della clientela e dei servizi offerti.

Margine di redditività

Il margine di redditività rappresenta la differenza tra i ricavi e i costi totali, espresso in percentuale sui ricavi. Per i centri estetici, il margine di redditività può variare in base all’efficienza operativa e alle spese fisse e variabili:

  • Costi di gestione: Comprendono affitto o mutuo del locale, salari del personale, utenze, e costi per prodotti cosmetici e attrezzature.
  • Costi variabili: Possono includere i materiali di consumo, la promozione, e le spese per l’aggiornamento professionale del personale.

Un centro estetico ben gestito può avere un margine di redditività che varia dal 15% al 30%. Questo significa che, su un fatturato mensile di 10.000 euro, il profitto netto può essere compreso tra 1.500 e 3.000 euro.

Fattori che influenzano il guadagno di un centro estetico

Diversi fattori possono influenzare il guadagno di un centro estetico:

  • Tipologia e qualità dei servizi offerti: Offrire servizi di alta qualità e una vasta gamma di trattamenti può attrarre più clienti e giustificare prezzi più alti.
  • Localizzazione: Un centro estetico situato in una zona ad alta densità abitativa o in un quartiere benestante può avere una clientela più numerosa e disposta a spendere di più.
  • Fidelizzazione dei clienti: Promozioni, pacchetti di abbonamento e programmi fedeltà possono aumentare la frequenza delle visite e il fatturato.
  • Efficienza operativa: Una gestione efficiente delle risorse e dei costi può migliorare i margini di redditività.
  • Promozione e marketing: Investire in strategie di marketing efficaci, come la presenza sui social media e le campagne pubblicitarie, può attrarre nuovi clienti.

In conclusione, il guadagno di un centro estetico può essere significativo, con un fatturato mensile che varia da 5.000 a oltre 50.000 euro, a seconda delle dimensioni e dei servizi offerti. Con un margine di redditività del 15-30%, è possibile ottenere un profitto netto interessante, rendendo l’attività del centro estetico una scelta redditizia.

centro estetico ricavi
centro estetico guadagno in Italia

Prodotti e servizi offerti da un centro estetico

Un centro estetico offre una vasta gamma di prodotti e servizi per soddisfare le esigenze di bellezza e benessere dei clienti. Ecco una panoramica dettagliata dei principali prodotti e servizi offerti, insieme ai relativi prezzi medi.

Servizi

1. Trattamenti viso: Servizi che migliorano l’aspetto della pelle del viso.

  • Pulizia del viso: 40-60 euro;
  • Trattamenti anti-età: 70-120 euro;
  • Trattamenti all’acido ialuronico: 80-150 euro.

2. Trattamenti corpo: Servizi per il benessere e la bellezza del corpo.

  • Massaggi: 50-80 euro per sessione;
  • Trattamenti anticellulite: 60-100 euro per sessione;
  • Scrub corpo: 40-70 euro.

3. Depilazione: Servizi di rimozione dei peli superflui.

  • Depilazione con cera: 10-40 euro a zona;
  • Depilazione laser: 50-200 euro a sessione, a seconda della zona trattata.

4. Manicure e pedicure: Cura e bellezza delle unghie di mani e piedi.

  • Manicure: 20-40 euro;
  • Pedicure: 30-50 euro;
  • Ricostruzione unghie: 50-100 euro.

5. Trattamenti estetici avanzati: Servizi che utilizzano tecnologie moderne per risultati specifici.

  • Radiofrequenza: 80-150 euro per sessione;
  • Ultrasuoni: 70-120 euro per sessione;
  • Luce pulsata: 60-120 euro per sessione.

6. Trattamenti dimagranti: Servizi mirati alla perdita di peso e alla tonificazione.

  • Criolipolisi: 100-200 euro a sessione;
  • Pressoterapia: 50-90 euro a sessione.

Prodotti

1. Cosmetici per il viso: Creme, sieri e maschere per la cura della pelle.

  • Creme idratanti: 30-60 euro;
  • Sieri anti-età: 40-100 euro;
  • Maschere viso: 20-50 euro.

2. Prodotti per il corpo: Lozioni, oli e scrub per la cura del corpo.

  • Lozioni idratanti: 20-50 euro;
  • Oli essenziali: 15-40 euro;
  • Scrub corpo: 20-50 euro.

3. Prodotti per unghie: Smalti, gel e trattamenti per unghie.

  • Smalti: 10-20 euro;
  • Gel ricostruzione: 20-50 euro;
  • Trattamenti rinforzanti: 15-30 euro.

4. Prodotti per capelli: Shampoo, balsami e trattamenti specifici.

  • Shampoo professionali: 15-30 euro;
  • Balsami: 15-30 euro;
  • Maschere ristrutturanti: 20-50 euro.

5. Make-up: Prodotti per il trucco professionale.

  • Fondotinta: 30-50 euro;
  • Rossetti: 20-40 euro;
  • Palette ombretti: 40-70 euro.

Servizi aggiuntivi

1. Consulenze personalizzate: Valutazioni della pelle e piani di trattamento su misura.

  • Prezzo medio: 30-50 euro per consulenza.

2. Pacchetti benessere: Offerte combinate di più trattamenti.

  • Prezzo medio: 100-300 euro, a seconda dei servizi inclusi.

In sintesi, un centro estetico può offrire una vasta gamma di prodotti e servizi per soddisfare le diverse esigenze dei clienti, con prezzi che variano da 10 euro per uno smalto a 200 euro per trattamenti avanzati come la criolipolisi. Diversificare l’offerta può aiutare ad attrarre una clientela più ampia e a massimizzare le entrate.

centro estetico modello di business plan
business plan centro estetico

Requisiti e autorizzazioni per aprire un centro estetico

Aprire un centro estetico richiede il rispetto di numerosi requisiti e l’ottenimento di diverse autorizzazioni. Ecco una panoramica dettagliata dei passaggi necessari, basata su fonti istituzionali come le camere di commercio italiane.

Requisiti fondamentali

1. Partita IVA: Prima di tutto, è necessario aprire una partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate. Questo passaggio è obbligatorio per tutte le attività commerciali.

2. Iscrizione al Registro delle Imprese: Bisogna iscriversi al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio. Questa iscrizione è essenziale per poter operare legalmente.

3. Posizione INPS e INAIL: È obbligatorio aprire una posizione presso l’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) per la gestione dei contributi previdenziali e assistenziali, e presso l’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) per la copertura degli infortuni sul lavoro.

4. Requisiti professionali: È necessario possedere i requisiti professionali previsti dalla legge per operare come estetista. Questo include il possesso di una qualifica professionale riconosciuta, ottenuta tramite corsi di formazione specifici e un periodo di apprendistato.

Autorizzazioni specifiche

1. Autorizzazione sanitaria: È necessario ottenere l’autorizzazione sanitaria dall’ASL (Azienda Sanitaria Locale) competente. Questo implica che i locali e le attrezzature del centro estetico siano conformi alle normative igienico-sanitarie vigenti.

2. SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività): Prima di iniziare l’attività, è necessario presentare una SCIA al Comune dove ha sede il centro estetico. Questa segnalazione certifica l’inizio dell’attività e deve essere corredata dalla documentazione richiesta, come la piantina dei locali e la dichiarazione di conformità degli impianti.

3. Certificazioni di sicurezza: I locali devono essere dotati di certificazioni di sicurezza per gli impianti elettrici, idraulici e di riscaldamento. È necessario inoltre ottenere il certificato di prevenzione incendi, se previsto dalla normativa.

Requisiti strutturali

1. Idoneità dei locali: I locali del centro estetico devono essere conformi alle normative urbanistiche e edilizie vigenti. Devono avere una superficie adeguata per accogliere i vari servizi offerti e garantire il rispetto delle norme igienico-sanitarie.

2. Accessibilità: Il centro estetico deve essere accessibile anche a persone con disabilità, secondo quanto previsto dalle normative vigenti.

3. Attrezzature conformi: Le attrezzature utilizzate devono essere conformi alle normative di sicurezza e igiene. Questo include lettini da massaggio, lampade UV, apparecchiature per trattamenti estetici, ecc.

Requisiti di sicurezza

1. Piano di sicurezza e prevenzione: È necessario redigere un piano di sicurezza e prevenzione dei rischi, come previsto dal D.Lgs. 81/2008. Questo piano deve includere le misure per prevenire gli infortuni e garantire la sicurezza dei lavoratori e dei clienti.

2. Formazione del personale: Il personale deve essere adeguatamente formato in materia di sicurezza sul lavoro, primo soccorso e prevenzione incendi.

Procedure amministrative

1. Comunicazione di apertura: Dopo aver ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie, è importante comunicare l’apertura dell’attività alle autorità locali competenti.

2. Assicurazioni: È consigliabile stipulare una polizza assicurativa che copra la responsabilità civile per danni a terzi e clienti, nonché eventuali danni ai locali e alle attrezzature.

Procedure aggiuntive

1. Iscrizione a Associazioni di Categoria: Sebbene non obbligatoria, l’iscrizione a associazioni di categoria può offrire vantaggi in termini di networking, aggiornamenti normativi e supporto tecnico.

2. Promozione e marketing: Per attrarre clienti, è importante investire in promozione e marketing, utilizzando strumenti come social media, sito web, e pubblicità locale.

In conclusione, aprire un centro estetico in Italia richiede una serie di passaggi burocratici e autorizzativi, ognuno dei quali è fondamentale per operare legalmente e in conformità con le normative vigenti. Pianificare attentamente e seguire tutti i requisiti e le autorizzazioni è essenziale per avviare un’attività di successo.

Tipologia di clienti per un centro estetico

Un centro estetico può attrarre diverse tipologie di clienti, ognuna con esigenze specifiche e aspettative particolari. Ecco una descrizione dettagliata delle principali categorie di clienti:

1. Donne adulte: Rappresentano una parte significativa della clientela. Cercano servizi di bellezza e benessere come trattamenti viso, massaggi, manicure e pedicure. Sono interessate a mantenere e migliorare il loro aspetto estetico e a rilassarsi.

2. Adolescenti e giovani adulti: Questo gruppo cerca principalmente servizi di depilazione, trattamenti per l’acne e pulizie del viso. Sono attenti alle nuove tendenze e tecnologie nel campo della bellezza.

3. Uomini: La clientela maschile è in crescita nel settore estetico. Gli uomini cercano servizi come massaggi, trattamenti viso, depilazione e cura della barba. Sono interessati a mantenere un aspetto curato e a migliorare il loro benessere.

4. Clienti interessati ai trattamenti anti-età: Questa tipologia di clienti è focalizzata su servizi avanzati come trattamenti all’acido ialuronico, radiofrequenza e luce pulsata. Cercano soluzioni per ridurre i segni dell’invecchiamento e migliorare l’aspetto della pelle.

5. Clienti con esigenze specifiche di benessere: Questi clienti cercano servizi come trattamenti dimagranti, pressoterapia e criolipolisi. Sono interessati a migliorare la loro forma fisica e a risolvere problemi estetici specifici.

Situazione del mercato e tendenze previste

Crescita della domanda

Il settore dei centri estetici è in continua crescita, grazie a un aumento della consapevolezza sull’importanza della cura personale e del benessere. La clientela è sempre più attenta alla qualità dei servizi e dei prodotti offerti.

Personalizzazione dei trattamenti

Una tendenza chiave nel mercato è la crescente richiesta di trattamenti personalizzati. I clienti vogliono soluzioni su misura per le loro specifiche esigenze estetiche e di benessere.

Tecnologie avanzate

L’adozione di tecnologie avanzate come la radiofrequenza, la criolipolisi e la luce pulsata sta rivoluzionando il settore estetico. Questi trattamenti offrono risultati efficaci e sono sempre più richiesti dalla clientela.

Sostenibilità e prodotti naturali

C’è una crescente attenzione verso la sostenibilità e l’uso di prodotti naturali nei trattamenti estetici. I clienti sono sempre più interessati a soluzioni eco-friendly e prive di sostanze chimiche dannose.

Servizi per la clientela maschile

La domanda di servizi estetici per uomini è in aumento. I centri estetici stanno ampliando la loro offerta per includere trattamenti specifici per la cura maschile, come la cura della barba e trattamenti anti-età.

Benessere olistico

I clienti cercano esperienze di benessere olistico che combinano trattamenti estetici con tecniche di rilassamento e benessere psicofisico. Massaggi, aromaterapia e yoga sono sempre più integrati nei servizi offerti dai centri estetici.

Promozione e fidelizzazione

Investire in strategie di promozione e fidelizzazione è cruciale. I programmi di fidelizzazione, gli sconti per i nuovi clienti e le promozioni stagionali possono aiutare a mantenere una clientela stabile e attrarre nuovi clienti.

In conclusione, un centro estetico può rivolgersi a una vasta gamma di clienti, dai giovani agli adulti, dagli uomini alle donne, offrendo servizi personalizzati e innovativi. Le tendenze del mercato, come la crescita della domanda, l’adozione di tecnologie avanzate e l’attenzione alla sostenibilità, offrono nuove opportunità per i centri estetici che sono pronti a innovare e adattarsi ai cambiamenti del settore.

Calcolare i guadagni di un centro estetico con il software business plan centro estetico di Bsness.com

Il software Business Plan Centro Estetico di Bsness.com è uno strumento efficace che permette di calcolare con precisione il potenziale guadagno del tuo centro estetico. Ecco come utilizzare le funzionalità del software inserendo i dati base del tuo progetto:

1. Inserimento dei dati base del progetto

Investimenti iniziali per le attrezzature necessarie: Per avviare un centro estetico, è essenziale considerare gli investimenti iniziali in attrezzature. Alcuni esempi includono:

  • Lettini da massaggio: Essenziali per trattamenti corpo e viso.
  • Apparecchiature per trattamenti estetici: Come macchinari per radiofrequenza, luce pulsata e criolipolisi.
  • Strumenti per manicure e pedicure: Tavoli da manicure, lampade UV, attrezzature per pedicure.
  • Mobili e arredi: Reception, poltrone, specchi, carrelli per attrezzature.
  • Prodotti di consumo: Creme, oli, smalti, prodotti per la depilazione.

2. Prodotti e servizi offerti

Nel software, puoi specificare i prodotti e servizi che intendi offrire, come:

  • Trattamenti viso: Pulizia del viso, trattamenti anti-età, trattamenti all’acido ialuronico.
  • Trattamenti corpo: Massaggi, trattamenti anticellulite, scrub corpo.
  • Depilazione: Depilazione con cera, depilazione laser.
  • Manicure e pedicure: Manicure, pedicure, ricostruzione unghie.
  • Trattamenti estetici avanzati: Radiofrequenza, ultrasuoni, luce pulsata.
  • Trattamenti dimagranti: Criolipolisi, pressoterapia.
  • Prodotti di bellezza: Creme idratanti, sieri anti-età, maschere viso, lozioni corpo, oli essenziali, smalti, gel ricostruzione.

3. Prezzi di vendita

È importante indicare i prezzi di vendita per ciascun prodotto e servizio. Ad esempio:

  • Pulizia del viso: 40-60 euro.
  • Massaggi: 50-80 euro per sessione.
  • Depilazione con cera: 10-40 euro a zona.
  • Manicure: 20-40 euro.
  • Radiofrequenza: 80-150 euro per sessione.
  • Criolipolisi: 100-200 euro a sessione.
  • Creme idratanti: 30-60 euro.
  • Sieri anti-età: 40-100 euro.

4. Costi fissi e variabili

Il software ti permette di inserire sia i costi fissi che i costi variabili. Alcuni esempi sono:

  • Costi fissi: Affitto del locale, salari del personale, utenze (luce, acqua, gas), costi amministrativi, assicurazioni.
  • Costi variabili: Prodotti di consumo (creme, oli, smalti), costi di manutenzione delle attrezzature, materiale di consumo (guanti, carta, detergenti).

5. Calcolo dei volumi di vendita

Il software calcola automaticamente i volumi di vendita dei prodotti basandosi sui dati inseriti, aiutandoti a stimare con precisione il fatturato.

6. Generazione del piano economico e finanziario

Basandosi su tutti i dati inseriti, il programma calcola automaticamente:

  • Fatturato complessivo e dettagliato per ogni prodotto e servizio.
  • Costi complessivi, suddivisi tra fissi e variabili.
  • Margini di redditività di ogni prodotto, mostrando la differenza tra i ricavi e i costi associati.
  • Punto di pareggio (break-even point), ovvero il volume di vendite necessario per coprire tutti i costi e iniziare a generare profitto.
  • Flussi di cassa, che mostrano l’andamento delle entrate e uscite di denaro nel tempo.

7. Calcolo del fabbisogno finanziario e del DSCR

Il software permette anche di determinare l’esatto importo del fabbisogno finanziario, aiutandoti a individuare l’importo del finanziamento da chiedere in banca. Inoltre, consente di calcolare l’indice DSCR (Debt Service Coverage Ratio), che valuta la sostenibilità del finanziamento richiesto rispetto alla capacità di generare flussi di cassa sufficienti per coprire le rate del debito.

In conclusione, il software Business Plan Centro Estetico di Bsness.com è uno strumento completo e intuitivo che ti permette di pianificare e monitorare ogni aspetto del tuo centro estetico, garantendo una gestione efficiente e sostenibile del tuo business.

Articolo scritto il 27/05/2024

dott stefano ventura bsness

STEFANO VENTURALinkedin

È il fondatore di Bsness.com, software house operante in Italia e Spagna. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università di Bologna dove ha anche conseguito il titolo di Dottore Commercialista. Ha esercitato con successo la professione di Dottore Commercialista come esperto in budget e business plan per poi dedicarsi a tempo pieno alla crescita di Bsness.com.