Aprire un negozio di barbiere richiede più di un buon paio di forbici: richiede un piano d’affari accurato e dettagliato. Da investimenti iniziali nell’allestimento del locale e nell’acquisto di attrezzature essenziali, fino alla gestione di costi fissi e variabili, scopri come navigare nel processo e garantire la sostenibilità finanziaria del tuo futuro negozio con l’ausilio del nostro software business plan. Sia che tu stia valutando di aprire il tuo primo salone o di espandere la tua attività, questa guida è il punto di partenza ideale.

Può interessarti anche l’articolo “Quanto fattura un barber shop“.

software business plan barbiere

Il software specifico per fare il business plan di un barbiere in modo semplice e rapido.

Potrai lavorare direttamente su un esempio di business plan completo realizzato da esperti del settore per la richiesta di un finanziamento.

Quanto costa aprire un negozio di barbiere: investimenti, personale, costi fissi e variabili

Aprire un negozio di barbiere richiede una serie di investimenti iniziali per allestire il locale e acquistare le attrezzature necessarie. Ecco un dettaglio di quanto può costare avviare questa attività, con un focus sugli investimenti essenziali.

1. Costi di locazione o acquisto

L’affitto o l’acquisto di un locale sono tra le prime spese da considerare. I costi variano notevolmente a seconda della località e delle dimensioni del negozio. Un piccolo spazio in una città di medie dimensioni potrebbe costare tra 500 e 1.500 euro al mese in affitto.

2. Arredamento e allestimento

L’arredamento di un negozio di barbiere deve essere sia funzionale che accogliente. Questo include:

  • Poltrone da barbiere: essenziali per il comfort del cliente, possono variare tra 200 e 2.000 euro ciascuna, a seconda del modello e delle funzionalità.
  • Specchi, postazioni di lavoro e armadietti: complessivamente, questi potrebbero costare tra 1.000 e 3.000 euro.
  • Zona d’attesa: sedute e tavolini per i clienti in attesa, con un costo di 200 a 500 euro.

3. Attrezzature e forniture

Le attrezzature per taglio, rasatura e cura dei capelli includono:

  • Forbici, rasoi e trimmer: un set completo può costare dai 100 ai 500 euro.
  • Prodotti per capelli e cura della barba: gel, creme, oli e shampoo. Un inventario iniziale può costare circa 300 euro.
  • Sterilizzatore per attrezzi, che può costare circa 100-300 euro.

4. Licenze e permessi

Le licenze necessarie per operare legalmente variano in base alla località, ma generalmente includono una licenza commerciale e, in alcuni casi, specifiche licenze sanitarie. Il costo può variare da 50 a 300 euro, a seconda del comune.

5. Assicurazione

L’assicurazione per coprire responsabilità civile e danni alle attrezzature è essenziale. I costi annuali possono essere nell’ordine di 400-1.000 euro.

6. Marketing e promozione

L’investimento iniziale in marketing per attirare i primi clienti e costruire la reputazione può variare tra 200 e 1.000 euro, a seconda delle strategie adottate.

In conclusione, l’investimento iniziale totale per aprire un negozio di barbiere può variare ampiamente, ma per un’operazione di piccola o media scala si dovrebbe considerare un budget tra 5.000 e 15.000 euro. Questo garantirà l’avvio con tutte le attrezzature e le disposizioni necessarie per un’operatività efficiente e professionale.

Scopri come fare il business plan barbiere in modo semplice
Fare il business plan barbiere

Il personale dipendente di un negozio di barbiere: competenze e costo

Aprire un negozio di barbiere richiede personale qualificato che non solo possieda le competenze tecniche necessarie, ma anche capacità interpersonali per garantire un’esperienza piacevole ai clienti. Ecco le principali figure professionali necessarie, le loro competenze e i relativi costi mensili.

1. Barbieri

  • Competenze: Capacità eccellenti in taglio capelli e barba, conoscenza delle ultime tendenze, abilità nel consigliare i clienti su stili e trattamenti.
  • Esperienza: È preferibile che abbiano una formazione professionale da una scuola di barbieri e, idealmente, alcuni anni di esperienza.
  • Costo mensile: Il salario può variare significativamente in base alla località e all’esperienza. In genere, un barbiere in Italia può guadagnare tra 1.200 e 1.800 euro al mese, a seconda della regione e del livello di abilità.

2. Apprendisti barbiere

  • Competenze: Principiante nella cura dei capelli e della barba, apprendimento attivo delle tecniche dal personale più esperto.
  • Esperienza: Nessuna esperienza richiesta, ma deve essere iscritto a un corso professionale.
  • Costo mensile: Gli apprendisti sono spesso pagati un salario minore, circa 600-800 euro al mese, mentre si formano sul campo.

3. Receptionist/assistente

  • Competenze: Capacità di gestione delle prenotazioni, accoglienza clienti, gestione dei pagamenti e mantenimento dell’ordine nel locale.
  • Esperienza: Preferibile esperienza in ruoli di front office o servizio clienti.
  • Costo mensile: Il salario per un receptionist part-time può variare tra 400 e 600 euro al mese, a seconda delle ore lavorative.

4. Addetto alla pulizia

  • Competenze: Mantenere il negozio pulito e ordinato, garantendo il rispetto delle normative sanitarie.
  • Esperienza: Non è necessaria un’esperienza specifica, ma è essenziale la capacità di seguire procedure di pulizia dettagliate.
  • Costo mensile: Spesso impiegato su base oraria o part-time, il costo può essere di circa 300-500 euro al mese.

La selezione del personale per un negozio di barbiere deve essere attenta, privilegiando competenze tecniche e qualità interpersonali, assicurando che ogni membro del team contribuisca a creare un’atmosfera accogliente e professionale. I costi del personale rappresentano una parte significativa delle spese operative, ma investire nelle persone giuste può significare la differenza tra un’attività di successo e una che fatica a mantenere la clientela.

Cosa serve per aprire un negozio di barbiere: licenze e autorizzazioni

Per aprire un negozio di barbiere in Italia, è necessario seguire alcuni passaggi burocratici importanti e ottenere licenze e autorizzazioni specifiche. Ecco le principali necessità:

Registrazione dell’attività

  • Prima di tutto, è necessario registrare l’attività presso la Camera di Commercio locale. Questo processo include la scelta della forma giuridica dell’azienda (es. ditta individuale, società) e l’iscrizione al Registro delle Imprese.

Licenza comunale

  • È necessario ottenere una licenza commerciale dal comune dove si intende operare. Questo richiede la presentazione di un’istanza specifica e, in alcuni casi, l’approvazione del locale in termini di normative sanitarie e di sicurezza.

Qualificazione professionale

  • Il titolare o il direttore tecnico del negozio deve possedere una qualificazione professionale riconosciuta, acquisita attraverso un percorso di formazione specifico per barbieri, che può includere un attestato di qualifica professionale rilasciato da una scuola riconosciuta o un diploma in acconciatura.

SCIA (segnalazione certificata di inizio attività)

  • Per alcuni aspetti dell’attività, potrebbe essere necessaria la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) che deve essere presentata al Comune. Questa segnalazione permette di iniziare l’attività immediatamente dopo la presentazione della documentazione, senza dover attendere ulteriori autorizzazioni.

Normative igienico-sanitarie

  • Essendo un’attività che implica il contatto diretto con i clienti e l’uso di strumenti potenzialmente lesivi, è fondamentale rispettare le norme igienico-sanitarie vigenti. Questo include l’adeguamento del locale in termini di sanificazione e la gestione corretta degli strumenti di lavoro.

Assicurazione

  • È consigliabile stipulare una polizza assicurativa per coprire eventuali danni a clienti o dipendenti, nonché danni ai beni aziendali.

Aprire un negozio di barbiere richiede quindi una serie di passaggi ben definiti e l’ottemperanza a normative specifiche, sia per garantire la sicurezza e la salute dei clienti sia per rispettare le leggi locali. Ogni aspetto burocratico e legale deve essere curato attentamente per evitare problemi futuri e garantire il successo dell’attività.

Come calcolare i costi del negozio di barbiere

Come calcolare i costi del negozio di barbiere e il fabbisogno finanziario

Per calcolare con precisione i costi fissi e variabili, il fabbisogno finanziario, l’importo del finanziamento bancario necessario a coprirlo, e la sostenibilità del finanziamento richiesto per un negozio di barbiere, il software business plan negozio di barbiere di Bsness.com offre un approccio strutturato e dettagliato. Ecco come procedere:

1. Inserimento dei dati iniziali

  • Investimenti iniziali: il software permette di inserire i costi per l’allestimento del negozio, l’acquisto di attrezzature come sedie da barbiere, specchi, arredi, strumenti di taglio, e altri utensili. Inserire anche i costi per le ristrutturazioni e l’acquisto del locale, se applicabile.

2. Calcolo dei costi fissi

  • Affitto: costo mensile del locale.
  • Bollette: luce, acqua, riscaldamento.
  • Assicurazione: polizze necessarie per coprire responsabilità civili e danni.
  • Amministrazione: costi per servizi contabili e gestionali.
  • I costi fissi sono quei costi che non variano con il volume di attività.

3. Calcolo dei costi variabili

  • Prodotti di consumo: shampoo, balsami, creme, coloranti.
  • Manutenzione attrezzatura: costi di manutenzione regolare degli strumenti.
  • Salari dei dipendenti: inclusi i contributi previdenziali e assicurativi.
  • I costi variabili cambiano in base al volume di attività del negozio.

4. Proiezione dei ricavi

  • Utilizzare il software per inserire le tariffe dei vari servizi offerti (taglio, barba, trattamenti) e calcolare i volumi previsti di vendita mensili.

5. Calcolo del fabbisogno finanziario

  • Il software consente di totalizzare i costi iniziali e i costi operativi per il primo periodo (solitamente un anno) per stabilire il fabbisogno finanziario totale. Questo include il capitale di avviamento necessario prima che l’attività inizi a generare flussi di cassa sufficienti a coprire le spese correnti.

6. Determinazione dell’importo del finanziamento

7. Calcolo della sostenibilità del finanziamento

Questi passaggi permettono di ottenere una visione chiara e dettagliata del fabbisogno finanziario e della sostenibilità economica del negozio di barbiere, consentendo di approcciare le banche con un piano di affari ben fondato e credibile.

Articolo scritto il 26/04/2024

dott stefano ventura bsness

STEFANO VENTURALinkedin

Stefano Ventura è il fondatore di Bsness.com, software house operante in Italia e Spagna. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università di Bologna dove ha anche conseguito il titolo di Dottore Commercialista. Ha esercitato con successo la professione di Dottore Commercialista come esperto in budget e business plan per poi dedicarsi a tempo pieno alla crescita di Bsness.com.