Gli investimenti e le spese che si intende sostenere, oltre a dover rientrare tra quelli ammissibili, dovranno anche rispettare una serie di requisiti.

Conviene investire 10 minuti del proprio tempo per aver ben chiare fin dall’inizio tutte le formalità richieste ed evitare così di rinunciare a parte delle agevolazioni richieste.

Spesso ci si butta a testa bassa nella realizzazione del progetto e nella compilazione della domanda ma è invece meglio:

  • studiare approfonditamente tutti i dettagli del bando;
  • redigere un buon business plan per pianificare ogni dettaglio del proprio progetto imprenditoriale.

A tal proposito vi consigliamo i software specifici per fare da soli il business plan di tutte le principali attività con un esempio già fatto e precaricato e sul quale potrete direttamente lavorare.

I software business plan sono compatibili col modulo imprenditoria femminile che riclassifica automaticamente i dati economici e finanziari per ottenere tutti i dati richiesti dal bando imprenditoria femminile 2022.

L’indicazione delle spese nella domanda imprenditoria femminile 2022

Ogni spesa sostenuta dovrà essere analiticamente descritta nella domanda di partecipazione al bando imprenditoria femminile 2022.

Dovrà inoltre essere indicato l’importo in modo preciso e al netto dell’IVA ed essere contabilizzata correttamente nei registri contabili dell’impresa.

I beni e servizi acquistati, dovranno essere utilizzati esclusivamente per lo svolgimento dell’attività prevista nell’oggetto sociale.

Dovranno inoltre essere acquistati a prezzi di mercato ed i fornitori non dovranno avere relazione con l’impresa femminile.

Ricordiamo che tutte le spese devono essere pagate tramite conto corrente ordinario intestato all’impresa femminile beneficiaria.

Il luogo di utilizzo dei beni agevolati dal bando imprenditoria femminile

In linea di principio tutti i beni e i servizi agevolati dovranno essere installati o utilizzati dall’impresa femminile presso l’unità produttiva indicata nella domanda.

Sfuggono a questa limitazione gli impianti, i macchinari e le attrezzature che devono necessariamente essere localizzati al di fuori dell’unità produttiva ma pur sempre all’interno del territorio nazionale.

Questi beni dovranno comunque essere utilizzati ad esclusivo beneficio dell’impresa femminile ed essere installati o posizionati in spazi ben definiti e oggetto di contratti scritti, meglio se con data certa e legalmente validi a tutti gli effetti.

Il rispetto dell’ambiente

I progetti presentati dovranno essere conformi al principio DNSH.

Il principio Do No Significant Harm (DNSH) prevede che gli interventi previsti dai PNRR nazionali non arrechino alcun danno significativo all’ambiente.

Il rispetto di questo principio è fondamentale per accedere ai finanziamenti del RRF (Recovery and Resilience Facility) che devono anche includere interventi che concorrano per il 37% delle risorse alla transizione ecologica.

L’impresa femminile dovrà dichiarare:

  • la rispondenza ai requisiti di sostenibilità ambientale applicabili;
  • la conformità alla normativa ambientale dell’Unione europea e nazionale;
  • che non rientrano nelle attività escluse di cui all’Allegato V, sezione B, del regolamento (UE) 2021/523 che riportiamo:

B. Attività escluse

Il fondo InvestEU non sostiene:

1) attività che limitano i diritti individuali e la libertà delle persone o che violano i diritti umani;

IT Gazzetta ufficiale dell’Unione europea26.3.2021 L 107/87

2) nel settore delle attività di difesa, l’utilizzo, lo sviluppo o la fabbricazione di prodotti o tecnologie vietati dal diritto internazionale applicabile;

3) prodotti e attività connessi al tabacco (produzione, distribuzione, trasformazione e commercio);

4) attività escluse dal finanziamento a norma delle pertinenti disposizioni del regolamento Orizzonte Europa: ricerca sulla clonazione umana a fini riproduttivi; le attività volte a modificare il patrimonio genetico degli esseri umani che potrebbero rendere ereditaria tale alterazione; attività volte a creare embrioni umani soltanto a fini di ricerca o per l’approvvigionamento di cellule staminali, anche mediante il trasferimento di nuclei di cellule somatiche;

5) gioco d’azzardo (attività legate alla produzione, concezione, distribuzione, trasformazione, commercio o software);

6) commercio sessuale e relative infrastrutture, servizi e media;

7) attività che comportano l’uso di animali vivi a fini sperimentali e scientifici, nella misura in cui non è possibile garantire il rispetto della Convenzione europea sulla protezione degli animali vertebrati utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici (1);

8) attività di sviluppo immobiliare, quale un’attività che ha come unico scopo il rinnovo e la ri-locazione o la rivendita degli edifici esistenti, nonché la costruzione di nuovi progetti; tuttavia, sono ammissibili le attività nel settore immobiliare che sono connesse agli obiettivi specifici del programma InvestEU di cui all’articolo 3, paragrafo 2, e che sono connesse alle aree ammissibili per le operazioni di finanziamento e di investimento di cui all’allegato II, come gli investimenti in progetti di efficienza energetica o di edilizia popolare;

9) attività finanziarie quali l’acquisto o la negoziazione di strumenti finanziari. Sono esclusi, in particolare, operazioni di «buy-out» o di «replacement capital» mirate all’alienazione dei cespiti aziendali (asset stripping);

10) attività proibite dalla legislazione nazionale applicabile;

11) smantellamento, gestione, adeguamento o costruzione di centrali nucleari;

12) investimenti connessi all’estrazione mineraria o all’estrazione, trasformazione, distribuzione, stoccaggio o combustione di combustibili fossili solidi e di petrolio, nonché investimenti connessi all’estrazione di gas. Tale esclusione non si applica a:

a) progetti per i quali non vi sono tecnologie alternative praticabili;

b) progetti relativi alla prevenzione e alla riduzione dell’inquinamento;

c) progetti dotati di impianti di cattura e stoccaggio del carbonio o di impianti di cattura e utilizzo del carbonio;

d) progetti industriali o di ricerca che comportano riduzioni sostanziali delle emissioni di gas a effetto serra rispetto ai parametri di riferimento applicabili nell’ambito del sistema per lo scambio di quote di emissioni dell’Unione;

13) Investimenti in impianti per lo smaltimento dei rifiuti in discariche. L’esclusione non si applica agli investimenti destinati a:

a) discariche in loco che costituiscono un elemento ausiliario di un progetto di investimento industriale o minerario, qualora sia stato dimostrato che la messa in discarica è l’unica soluzione praticabile per il trattamento dei rifiuti industriali o minerari prodotti dall’attività in questione;

b) discariche esistenti, per garantire l’uso dei gas di discarica e promuovere il recupero dalle discariche (landfill mining) e il ritrattamento dei rifiuti minerari;

14) investimenti in impianti di trattamento meccanico biologico (TMB). L’esclusione non si applica agli investimenti destinati all’ammodernamento degli impianti TMB esistenti per il recupero di energia o per operazioni di riciclaggio dei rifiuti differenziati, come il compostaggio e la digestione anaerobica;

15) investimenti in inceneritori per il trattamento dei rifiuti. L’esclusione non si applica agli investimenti destinati a:

a) impianti esclusivamente adibiti al trattamento di rifiuti pericolosi non riciclabili;

b) impianti esistenti, quando gli investimenti sono intesi ad aumentare l’efficienza energetica, catturare i gas di scarico per lo stoccaggio o l’utilizzo, o recuperare i materiali da residui di combustione, purché tali investimenti non determinino un aumento della capacità di trattamento dei rifiuti dell’impianto.

Dott. Stefano Ventura - Dottore Commercialista

STEFANO VENTURALinkedin

Stefano Ventura è il fondatore di Bsness.com, software house operante in italia e Spagna. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università di Bologna dove ha anche conseguito il titolo di Dottore Commercialista. Ha esercitato con successo la professione di Dottore Commercialista come esperto in budget e business plan per poi dedicarsi a tempo pieno alla crescita di Bsness.com.