Dal 1° luglio 2024, riaprono i termini per il bando FRI-Tur, un’opportunità imperdibile per potenziare le strutture ricettive italiane! Questo incentivo, promosso dal Ministero del Turismo e gestito da Invitalia, offre contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per interventi di riqualificazione energetica, digitalizzazione e miglioramento dell’accessibilità. Per partecipare, è essenziale presentare un business plan dettagliato, utilizzando strumenti professionali come il software business plan di Bsness.com, per garantire una documentazione completa e una valutazione positiva del merito di credito. Non perdere questa occasione per innovare e crescere nel settore turistico!

software business plan turismo 2024

Il software base per fare da solo il business plan di un’attività ricettiva anche senza essere un esperto.

Oppure scegli i software specifici per le attività turistico ricettive, con un esempio completo sul quale potrai direttamente lavorare.

In cosa consiste il bando FRI Tur

FRI-Tur (Fondo Rotativo Imprese per il Turismo) è un incentivo promosso dal Ministero del Turismo e gestito da Invitalia. L’obiettivo del bando è migliorare i servizi di ospitalità e potenziare le strutture ricettive attraverso interventi di digitalizzazione e sostenibilità ambientale. Rivolto a investimenti medio-grandi tra 500.000 e 10 milioni di euro, il programma include progetti di riqualificazione energetica, adeguamento antisismico e eliminazione delle barriere architettoniche. La dotazione complessiva è di 780 milioni di euro, di cui 180 milioni per contributi a fondo perduto e 600 milioni per finanziamenti agevolati concessi da Cassa Depositi e Prestiti. I progetti devono essere completati entro il 31 dicembre 2025.

bando fri tur 2024 invitalia
bando fri tur 2024

Interventi ammissibili per il bando FRI-Tur

Il bando FRI-Tur è rivolto a diversi tipi di interventi per migliorare e potenziare le strutture ricettive. Ecco gli interventi principali:

  • Riqualificazione energetica: Interventi per migliorare l’efficienza energetica delle strutture;
  • Riqualificazione antisismica: Adeguamenti per rendere le strutture sicure in caso di terremoti;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche: Miglioramenti per garantire l’accessibilità;
  • Manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo: Interventi di ristrutturazione edilizia;
  • Digitalizzazione: Investimenti in tecnologie digitali;
  • Acquisto o rinnovo di arredi: Modernizzazione degli arredi;
  • Realizzazione di piscine termali (solo per stabilimenti termali).

Gli investimenti devono essere compresi tra 500.000 e 10 milioni di euro e i progetti devono essere realizzati entro il 31 dicembre 2025.

business plan fri tur 2024
business plan fri tur 2024

A chi si rivolge il bando FRI-Tur

Il bando FRI-Tur è rivolto a diverse tipologie di imprese del settore turistico. Ecco chi può beneficiarne:

Le imprese devono essere regolarmente costituite, iscritte al registro delle imprese, non in stato di liquidazione o fallimento, avere una stabile organizzazione in Italia, essere in regola con le normative edilizie e contributive, e avere una positiva valutazione del merito di credito da parte di una banca finanziatrice.

Agevolazioni previste dal bando FRI-Tur

Il bando FRI-Tur prevede due principali forme di agevolazione:

  1. Contributo diretto alla spesa
    • Percentuale massima: fino al 35% dei costi e delle spese ammissibili.
    • Concesso sulla base degli importi ammissibili delle spese, tenendo conto delle percentuali massime basate sulla dimensione dell’impresa e la localizzazione dell’investimento, coerentemente con i target del PNRR.
  2. Finanziamento agevolato
    • Tasso nominale annuo: 0,5%.
    • Durata: tra 4 e 15 anni, inclusivo di un periodo di preammortamento di massimo 3 anni.
    • Concesso da Cassa Depositi e Prestiti e abbinato a un finanziamento bancario a tasso di mercato di pari importo e durata, erogato da una banca finanziatrice aderente alla convenzione firmata dal Ministero del Turismo, ABI e CDP.

Gli incentivi, che comprendono sia il finanziamento agevolato che il contributo diretto alla spesa, devono rispettare i limiti previsti dal Regolamento GBER (Regolamento UE 651/2014). Inoltre, la somma del finanziamento agevolato, del finanziamento bancario e del contributo diretto alla spesa non può superare il 100% del programma ammissibile, e l’impresa richiedente deve garantire la copertura integrale del programma di investimento, compresi i costi non ammissibili e l’IVA complessiva.

Questi incentivi non sono cumulabili con altri contributi, sovvenzioni o agevolazioni pubblici concessi per gli stessi interventi.

L’importanza di preparare un buon business plan per il bando FRI-Tur

Preparare un buon business plan è cruciale per partecipare al bando FRI-Tur, in quanto:

  1. Documentazione necessaria: La domanda deve includere, pena l’inammissibilità:
    • Scheda tecnica: Contenente dati e informazioni dell’impresa e del programma di investimento.
    • Piano progettuale: Deve essere chiaro e esaustivo, dimostrando la fattibilità economico-finanziaria e tecnica del progetto, e indicare le coperture finanziarie complessive e la coerenza tecnica dei tempi di inizio e fine lavori.
  2. Valutazione del merito di credito: Le imprese devono ottenere una positiva valutazione del merito di credito da una banca finanziatrice. Il business plan deve convincere la banca della solidità e redditività del progetto.

software business plan hotel

Il software per fare da solo il business plan di un hotel anche senza essere un esperto.

Include un esempio completo ottimizzato per la richiesta di un finanziamento e sul quale potrai direttamente lavorare.

Perché utilizzare il software business plan di Bsness.com?

Il software business plan turismo 2024 o i software specifici per le singole attività di Bsness.com aiutano a:

  • Strutturare il piano in modo professionale: Assicurando che tutte le sezioni richieste siano ben definite e complete.
  • Generare proiezioni finanziarie dettagliate: Necessarie per dimostrare la fattibilità economico-finanziaria del progetto.
  • Assicurare la coerenza tecnica: Fornendo strumenti per una pianificazione precisa dei tempi e delle coperture finanziarie.
  • Facilitare la valutazione del merito di credito: Presentando un piano chiaro e convincente che aiuta a ottenere la delibera di finanziamento da parte della banca.

Utilizzare un software business plan specializzato come quello offerto da Bsness.com può fare la differenza tra una domanda accettata e una respinta, garantendo che tutti gli aspetti del progetto siano ben documentati e professionalmente presentati.

Articolo scritto il 26/5/2024

dott stefano ventura bsness

STEFANO VENTURALinkedin

È il fondatore di Bsness.com, software house operante in Italia e Spagna. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università di Bologna dove ha anche conseguito il titolo di Dottore Commercialista. Ha esercitato con successo la professione di Dottore Commercialista come esperto in budget e business plan per poi dedicarsi a tempo pieno alla crescita di Bsness.com.