Prima ancora di vedere quali sono le spese ammissibili ai contributi del bando impressa donna, è meglio chiarire fin da subito quali sono quelle assolutamente non ammissibili.

Le imprenditrici potranno così ottimizzare il loro progetto e redigere il business plan in funzione del processo di valutazione per l’imprenditoria femminile 2022 di Invitalia.

Imprenditoria femminile Invitalia

Realizza in modo semplice e rapido il piano d’impresa per il bando imprenditoria femminile 2022

I beni usati possono accedere agli incentivi impresa donna?

La risposta è no: gli incentivi impressa donna non potranno essere calcolati sulle spese sostenute per le attrezzature, macchinari e impianti usati.

Dovrà essere l’imprenditrice a valutare se risparmiare acquistando un bene usato oppure comprarlo nuovo ed ottenere le relative agevolazioni a fondo perduto oppure il finanziamento a tasso zero.

Può anche capitare che un determinato macchinario sia reperibile, nei tempi necessari, solamente usato e non sia possibile acquistarlo nuovo nei tempi richiesti dai processi produttivi.

In tal caso l’imprenditrice non potrà che rinunciare agli incentivi impresa donna.

I beni nuovi sono sempre agevolabili dal bando impresa donna?

Attenzione che non sempre spettano le agevolazioni previste dal bando impresa donna sui beni nuovi.

Sono infatti esclusi gli acquisti di macchinari, impianti e attrezzatura di mera sostituzione di quelli già in possesso dell’impresa femminile.

In tal caso si può valutare l’apertura di una nuova impresa anziché partecipare al bando come impresa già costituita.

L’impresa già esistente potrà poi procedere alla vendita del vecchio impianto o delle attrezzature e macchinari posseduti.

Posso richiedere i contributi impresa donna anche sull’IVA?

No, sono escluse dai contributi a fondo perduto impresa donna sia l’IVA che anche tutte le altre imposte e tasse nonché gli oneri previdenziali e assistenziali.

Quindi attenzione alle fatture dei forfettari per le quali non potrà essere considerata l’imposta di bollo.

Allo stesso modo non potrà essere ricompreso nei contributi impressa donna l’addebito del 4% inps da parte dei lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata inps.

Anche se l’IVA su un bene acquistato non dovesse essere detraibile, non potrà comunque essere considerata nel calcolo dei contributi.

Sono agevolabili le spese di qualunque importo?

Possono essere richiesti gli incentivi impresa donna a fondo perduto solamente su fatture e ricevute con imponibile uguale o superiore ai 500 €

Bisognerà dunque evitare di frazionare gli acquisti e, se possibile, cercare di effettuare i piccoli acquisti in una sola volta e presso un unico fornitore.

Sembrano cose scontate ma vengono spesso sottovalutate e possono comportare la perdita di liquidità aggiuntiva o di alcune centinaia di euro di agevolazioni a fondo perduto.

Potrebbe, al limite, convenire spendere un po’ di più, magari acquistando accessori ritenuti superflui.

Al momento di ricevere le agevolazioni qualche centinaio di euro in meno potrebbe non pesare troppo, ma pensate a quante storie facciamo al momento di spenderli!

L’acquisto degli automezzi rientra nel bando impresa donna?

In generale gli automezzi non sono agevolabili dal bando impresa donna.

Sono però agevolabili gli automezzi strettamente necessari al processo produttivo dell’impresa richiedente.

Relativamente al mero trasporto dei prodotti aziendali sono ammissibili solo i mezzi attrezzati per la conservazione condizionata dei prodotti stessi.

Quindi sono esclusi anche tutti i veicoli promiscui, uso ufficio eccetera.

Sono esclusi gli acquisto con contratto “chiavi in mano”

Attenzione a questa esclusione perché in alcuni settori è molto utilizzata la formula chiavi in mano e cioè inclusiva di installazione, lavori elettrici o in muratura, messa in funzione, calibratura, collaudo e magari manutenzione inclusa.

In tal caso è bene saperlo prima per preparare un contratto di solo acquisto e con tutti gli altri servizi separati.

Sarà necessario per non compromettere l’ottenimento delle agevolazioni previste dal bando impresa donna.

Sono ammissibili agli incentivi impresa donna gli acquisti effettuati in qualsiasi momento?

No, gli incentivi potranno essere richiesti solo per le spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda al bando imprenditoria femminile 2022.

Le spese dovranno comunque essere successive alla data di costituzione dell’impresa o di apertura della partita IVA.