Bentornato al blog di Bsness.com! Oggi ti parlo di un argomento fondamentale per chiunque desideri avere successo nel mondo degli affari: l’analisi SWOT.

Ti sei mai chiesto quali sono i punti di forza e debolezza della tua azienda e come sfruttare al meglio le opportunità che il mercato offre, mentre ti prepari a fronteggiare le possibili minacce? 

Beh, l’analisi SWOT è esattamente ciò di cui hai bisogno per rispondere a queste domande!

In questo articolo, ti guido attraverso le basi dell’analisi SWOT, con esempi pratici (guarda l‘analisi SWOT per un ristorante) e consigli utili per aiutarti a gettare le basi per il successo della tua impresa.

Ti anticipo anche che nei software business plan specifici troverai l’analisi SWOT già interamente realizzata dai nostri professionisti per oltre 200 attività economiche.

Guarda se lo abbiamo già realizzato anche per te.

Software business plan glamping

Oltre 200 software specifici per fare il business plan di tutte le principali attività economiche con l’analisi SWOT ed un esempio completo sul quale puoi direttamente lavorare.

COS’È L’ANALISI SWOT

analisi swot agriturismo
analisi swot agriturismo Due querce

L’analisi SWOT è uno strumento di pianificazione strategica che consente di valutare i punti di forza (Strengths), le debolezze (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) della tua impresa o della tua business idea. 

Ti permette di avere una visione chiara e completa della situazione interna ed esterna, facilitandoti nella comprensione di quali aspetti migliorare e quali sfruttare al meglio.

In sostanza, l’analisi SWOT ti guida nell’individuare le aree su cui concentrarti per massimizzare le opportunità di successo e minimizzare i rischi.

COSA VUOL DIRE ANALISI SWOT?

L’analisi SWOT è un metodo di pianificazione strategica che ti consente di valutare i punti di forza (Strengths), debolezze (Weaknesses), opportunità (Opportunities) e minacce (Threats) di un’impresa o un progetto.

Ti permette di capire quali aspetti sfruttare e quali migliorare, tenendo conto sia del contesto interno che esterno.

Facciamo un esempio: immagina di voler aprire un ristorante

I punti di forza potrebbero essere un’ottima posizione e un menù innovativo. 

Le debolezze potrebbero includere la mancanza di esperienza nel settore e una limitata disponibilità finanziaria. 

Le opportunità potrebbero essere un mercato in crescita e l’interesse crescente per la cucina di qualità. 

Le minacce potrebbero essere la forte concorrenza e l’instabilità economica.

Ricorda che “Le opportunità non capitano, si creano” (Chris Grosser) e, attraverso l’analisi SWOT, puoi individuare e sfruttare le opportunità per raggiungere il successo nel tuo progetto.

COME SI FA UN’ANALISI SWOT?

Per realizzare un’analisi SWOT di successo è necessario focalizzarsi attentamente sulle quattro aree chiave: punti di forza, debolezze, opportunità e minacce. 

Ecco i passaggi che puoi seguire per condurre un’analisi SWOT:

  • Elenca i punti di forza: identifica gli aspetti in cui il tuo progetto o azienda eccelle rispetto ai concorrenti. Questi potrebbero includere risorse, competenze, reputazione e vantaggi competitivi;
  • elenca le debolezze: individua gli aspetti che possono ostacolare il successo del tuo progetto o azienda, come carenze nelle risorse, conoscenze limitate, problemi organizzativi o altri fattori interni negativi;
  • identifica le opportunità: valuta le tendenze esterne e le condizioni di mercato che possono offrire nuove opportunità per il tuo progetto o azienda, come cambiamenti tecnologici, evoluzioni nel comportamento dei consumatori o nuove leggi e regolamentazioni;
  • individua le minacce: considera i fattori esterni che potrebbero rappresentare rischi per il tuo progetto o azienda, come la concorrenza, l’instabilità economica, le restrizioni normative o l’evoluzione del mercato.

Se, ad esempio, vuoi lanciare un negozio online di abbigliamento sostenibile, questa potrebbe essere l’analisi swot che fa al caso tuo:

  • Punti di forza: abbigliamento di alta qualità prodotto in modo etico, branding accattivante, buone competenze in marketing digitale;
  • Debolezze: budget limitato, scarsa esperienza nella gestione di un negozio online, tempo necessario per costruire una presenza sul mercato;
  • Opportunità: crescente interesse per la sostenibilità e la moda etica, possibilità di collaborazioni con influencer e partnership con altre aziende sostenibili;
  • Minacce: concorrenza da parte di grandi marchi di moda, fluttuazioni nei costi delle materie prime, difficoltà nel mantenere una catena di approvvigionamento etica e sostenibile.

Una volta completata l’analisi SWOT, utilizza queste informazioni per formulare strategie e obiettivi che sfruttino i tuoi punti di forza, affrontino le debolezze, capitalizzino le opportunità e minimizzino le minacce.

QUANDO SI FA UN’ANALISI SWOT?

L’analisi SWOT viene solitamente effettuata in diverse fasi del ciclo di vita di un’azienda o di un progetto, come la pianificazione strategica, la valutazione delle performance o la presa di decisioni su investimenti e iniziative future. 

È anche possibile condurre un’analisi SWOT per individuare soluzioni a problemi specifici o per migliorare l’efficacia di un’organizzazione.

Ecco un esempio di quando potresti condurre un’analisi SWOT:

Immagina di essere il proprietario di una piccola pasticceria che sta valutando l’opportunità di espandere il proprio business aprendo un secondo punto vendita. 

Prima di prendere una decisione, decidi di effettuare un’analisi SWOT per valutare i pro e i contro di questa espansione.

  • Punti di forza: reputazione locale consolidata, ricette di successo, clientela fedele, buona gestione delle risorse;
  • Debolezze: risorse finanziarie limitate, mancanza di esperienza nella gestione di più sedi, dipendenza da fornitori locali;
  • Opportunità: crescita del mercato dei prodotti da forno artigianali, possibile apertura in un’area con meno concorrenza, sfruttare l’esperienza acquisita nella gestione del primo punto vendita;
  • Minacce: concorrenza da parte di altre pasticcerie e catene, costi elevati per l’apertura e la gestione di un nuovo punto vendita, difficoltà nel mantenere la qualità e la coerenza tra le due sedi.

L'analisi swot del bar pasticceria
analisi swot bar pasticceria

Dopo aver condotto l’analisi SWOT, potresti decidere che i vantaggi dell’espansione superano i rischi e che è il momento giusto per aprire un secondo punto vendita.

Al contrario, potresti anche decidere che è meglio concentrarsi sul consolidamento del tuo primo negozio e sul miglioramento delle aree di debolezza prima di considerare un’espansione.

In entrambi i casi, l’analisi SWOT ti aiuta a prendere decisioni informate e strategiche per il tuo business.

QUALI POSSONO ESSERE I PUNTI DI DEBOLEZZA DI UN’AZIENDA?

I punti di debolezza di un’azienda sono gli aspetti interni che possono limitarne il successo, la crescita o la competitività. 

Possono variare a seconda del settore, della dimensione dell’azienda e delle circostanze specifiche.

Ecco alcuni esempi di possibili punti di debolezza:

  • insufficiente accesso a risorse finanziarie: se un’azienda ha difficoltà a ottenere finanziamenti o ha debiti elevati, potrebbe essere limitata nelle sue possibilità di investimento o di crescita;
  • gestione e organizzazione inefficiente: una struttura organizzativa complessa o una cattiva gestione possono portare a inefficienze operative e alla mancanza di coordinamento tra i diversi reparti;
  • mancanza di innovazione: se un’azienda non investe nella ricerca e sviluppo o non riesce a mantenere il passo con le nuove tecnologie, potrebbe rimanere indietro rispetto ai concorrenti;
  • dipendenza da pochi clienti o fornitori: se un’azienda dipende fortemente da un numero limitato di clienti o fornitori, può essere vulnerabile a perdite di entrate o interruzioni nella catena di approvvigionamento;
  • difficoltà nel reperire personale qualificato: se un’azienda ha problemi a trovare e mantenere dipendenti con le competenze necessarie, potrebbe avere difficoltà a garantire la qualità dei prodotti e dei servizi offerti.

Esempio di punti di debolezza nell’analisi SWOT per un ristorante

Immagina di gestire un ristorante specializzato in cucina italiana

Uno dei tuoi punti di debolezza potrebbe essere la dipendenza da un fornitore unico di ingredienti italiani autentici. 

Se il fornitore dovesse avere problemi di approvvigionamento o aumentare i prezzi, il tuo ristorante ne risentirebbe in termini di qualità delle materie prime e costi di produzione.

Per affrontare questa debolezza, potresti considerare di diversificare i tuoi fornitori o di esplorare alternative più affidabili o convenienti.

Esempio di punti di debolezza nell’analisi SWOT per uno stabilimento balneare

Ora ti faccio alcuni esempi di quali potrebbero essere i punti di debolezza per un lido o stabilimento balneare:

Dipendenza dalla stagionalità: uno stabilimento balneare potrebbe avere la maggior parte delle sue entrate concentrate nel periodo estivo, quando il clima è favorevole e la domanda di servizi in spiaggia è alta.

Durante il resto dell’anno, invece, le entrate potrebbero diminuire notevolmente a causa del calo della domanda e delle condizioni climatiche meno favorevoli

Questa dipendenza dalla stagionalità può rendere lo stabilimento balneare vulnerabile a fluttuazioni di entrate e a una difficoltà nel coprire i costi fissi durante i mesi di bassa stagione.

Per affrontare questa debolezza, lo stabilimento balneare potrebbe cercare di diversificare la propria offerta, introducendo attività o servizi che possano attrarre clienti anche durante la bassa stagione. 

Ad esempio, potrebbe organizzare eventi speciali come matrimoni, feste aziendali o eventi sportivi, oppure offrire corsi di sport acquatici, fitness o benessere che possano essere fruiti anche quando il clima non è ideale per la balneazione.

In questo modo, lo stabilimento balneare potrebbe ridurre la propria dipendenza dalla stagionalità e aumentare la stabilità delle entrate durante l’anno.

ESEMPIO ANALISI SWOT PER UNA LAVANDERIA

L’analisi SWOT è uno strumento fondamentale per ogni imprenditore che desidera migliorare e far crescere il proprio business. 

Nel caso di una lavanderia, l’obiettivo principale è comprendere meglio il proprio posizionamento sul mercato, individuare le opportunità di crescita e affrontare le sfide interne ed esterne. 

Attraverso l’analisi SWOT, il proprietario della lavanderia spera di ottenere una visione chiara dei punti di forza e debolezza dell’azienda, identificare le opportunità di sviluppo e anticipare le possibili minacce.

Punti di forza:

  • Ottima reputazione tra i clienti per la qualità del servizio e l’attenzione al dettaglio.
  • Rapidi tempi di consegna e servizio di ritiro e consegna a domicilio.
  • Personale preparato, gentile e competente.

Punti di debolezza:

  • Limitata capacità di trattare grandi volumi di ordini.
  • Dipendenza da un singolo fornitore per i prodotti detergenti.
  • Non è stata implementata una strategia di marketing efficace.

Opportunità:

  • Espansione dei servizi offerti, come la pulizia a secco, il noleggio di biancheria o la pulizia di tappeti.
  • Implementazione di tecnologie più avanzate per migliorare l’efficienza e ridurre i costi operativi.
  • Collaborazione con aziende locali, come hotel e ristoranti, per fornire servizi di lavanderia in outsourcing.

Minacce:

  • Aumento della concorrenza da parte di nuove lavanderie o servizi di lavanderia on-demand.
  • Aumento dei costi dei prodotti detergenti o dell’energia elettrica.
  • Possibili restrizioni ambientali che limitano l’uso di detergenti chimici o l’uso dell’acqua.

Con l’analisi SWOT, il proprietario della lavanderia può ora sviluppare una strategia per affrontare i punti deboli, sfruttare le opportunità di crescita e mitigare le possibili minacce.

Inoltre, l’analisi SWOT aiuta a stabilire gli obiettivi aziendali e a definire un piano d’azione concreto per raggiungerli.

Articolo terminato di scrivere il 3/3/23

dott stefano ventura bsness

STEFANO VENTURALinkedin

È il fondatore di Bsness.com, software house operante in Italia e Spagna. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università di Bologna dove ha anche conseguito il titolo di Dottore Commercialista. Ha esercitato con successo la professione di Dottore Commercialista come esperto in budget e business plan per poi dedicarsi a tempo pieno alla crescita di Bsness.com.