Sai quali sono i 4 componenti di un business plan? Ma, soprattutto, sai quale elemento unisce tutte le imprese di successo?

Hanno un piano. Non si tratta di un’idea sfuggente o di un vago concetto. È un piano concreto, dettagliato e ben articolato: un business plan.

In quest’era di competizione feroce e innovazione rapida, avere un solido business plan non è più un optional, ma una necessità assoluta.

È la mappa stradale che guida la tua azienda verso il successo, aiutandoti a navigare attraverso le incertezze del mercato, a capitalizzare le opportunità e a evitare possibili insidie.

Ma cosa dovrebbe includere esattamente un business plan? Come si può strutturare in modo che sia completo, coerente e convincente?

In questo articolo, ti guideremo attraverso i quattro componenti fondamentali di un business plan: l’Executive Summary, l’Analisi di Mercato e il Piano di Marketing, il Piano Organizzativo e il Piano Economico e Finanziario.

Che tu stia pianificando di avviare una startup o di espandere un’impresa a conduzione familiare, la lettura di questo articolo ti darà una visione chiara e una comprensione profonda di come sviluppare un business plan efficace.

Ecco quali sono i 4 componenti di un business plan: 1) Executive summary; 2) Analisi di mercato e piano di marketing; 3) Piano organizzativo; 4) Piano economico e finanziario.

1) EXECUTIVE SUMMARY

L’Executive Summary è essenzialmente il riassunto del tuo business plan. Nonostante sia collocato all’inizio del documento, è spesso scritto per ultimo, perché raccoglie i punti salienti del business plan completo.

È la sezione che un potenziale investitore o prestatore leggerà per primo, quindi deve essere ben scritta, concisa e coinvolgente.

L’Executive Summary dovrebbe includere questi elementi;

  • una breve descrizione della tua azienda, compreso il nome, la posizione, la natura del business, la proprietà e la struttura legale;
  • la descrizione del prodotto o servizio che la tua azienda offre evidenziando ciò lo rende unico o desiderabile nel mercato;
  • descrizione del cliente ideale e del mercato di riferimento;
  • quali sono i tuoi principali concorrenti e qual è il tuo vantaggio competitivo;
  • la tua strategia di marketing e vendite e cioè come raggiungerai il tuo mercato target e convincerai i clienti a scegliere la tua azienda;
  • un riassunto del tuo team di gestione, compresi i loro ruoli e la loro esperienza;
  • una panoramica delle proiezioni finanziarie, investimenti necessari e ritorno sull’investimento previsto;
  • Se intendi richiedere un finanziamento, indica quanto denaro ti serve, perché ti serve e come intendi utilizzarlo.

Ricorda, l’Executive Summary è il tuo biglietto da visita. È la tua opportunità per catturare l’attenzione del lettore e convincerlo a leggere il resto del tuo business plan.

2. ANALISI DI MERCATO E PIANO DI MARKETING

L’analisi del mercato ed il piano di marketing svolgono una funzione fondamentale: illustrano la tua comprensione del settore in cui operi, identificano il tuo pubblico di riferimento e come intendi raggiungerlo.

In pratica, dovrebbero rispondere a domande come: chi sono i tuoi clienti? Quali sono le loro esigenze? Chi sono i tuoi concorrenti e come ti posizioni rispetto a loro? Come intendi promuovere la tua offerta e raggiungere il tuo pubblico?

Ecco gli elementi chiave dell’analisi di mercato e del piano di marketing:

  • panoramica del settore in cui operi, comprese le tendenze attuali, la dimensione del mercato e le previsioni future;
  • descrizione del tuo mercato target, ovvero il gruppo specifico di clienti che intendi servire. Ciò include dettagli come età, sesso, reddito, posizione geografica, comportamenti di acquisto e preferenze;
  • chi sono i tuoi principali concorrenti e come ti confronti con loro. Qual è il tuo vantaggio competitivo?
  • Strategia di marketing: come intendi raggiungere il tuo mercato target e convincerlo a comprare da te. Include strategie di prezzo, promozione, distribuzione e comunicazione;
  • come intenderai vendere il tuo prodotto o servizio, attraverso quali canali? Questo potrebbe includere strategie di vendita dirette o indirette, online o fisiche, ecc.

Come disse Peter Drucker, uno dei padri del moderno management: “L’obiettivo del marketing è conoscere e capire il cliente così bene che il prodotto o il servizio si adatti a lui e si venda da solo“.

Questa citazione sottolinea l’importanza di un’analisi di mercato accurata e di un piano di marketing ben sviluppato per il successo del tuo business.

3 IL PIANO ORGANIZZATIVO

Il Piano Organizzativo rappresenta la struttura dell’impresa e identifica le persone chiave nel team. Mostra come la tua impresa sarà organizzata e chi saranno i principali decision makers.

In questa sezione dovresti rispondere a domande come: chi farà cosa? Quali sono le responsabilità di ciascuno? Quali sono le competenze e le esperienze del team? C’è un consiglio di amministrazione o un consiglio consultivo?

Ecco gli elementi chiave di questa sezione:

  • Struttura Organizzativa: un organigramma della struttura organizzativa può essere molto utile per capire chi fa cosa nell’impresa;
  • il tuo team di gestione, incluso te stesso. Chi sono? Quali sono i loro ruoli e responsabilità? Quali esperienze o competenze portano al tavolo?;
  • descrivi quanti dipendenti e collaboratori avrai, quali saranno i loro ruoli e come si adatteranno alla tua struttura organizzativa;
  • descrizione di come verranno realizzati i prodotti o i servizi che intendi erogare. Hai un brevetto? Utilizzerete conoscenze e tecnologie innovative? Come affronterete il problema dell’impatto ambientale? Chi sono i tuoi fornitori strategici e come organizzerai la logistica?

Come ha detto Steve Jobs, fondatore di Apple: “La cosa più importante è avere la persona giusta al posto giusto”.

Questa citazione enfatizza l’importanza di avere un team forte e organizzato per il successo del tuo business.

4 IL PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO

Il Piano Economico e Finanziario è una delle parti cruciali del tuo business plan. Questa sezione presenta le previsioni finanziarie dell’impresa e l’analisi dei costi. Deve mostrare che il tuo progetto è economicamente sostenibile nel lungo periodo.

Ecco cosa dovrebbe includere:

  • quanto prevedi di vendere nei prossimi 3-5 anni. Devono essere realistiche e basate sulla tua analisi di mercato;
  • il bilancio previsionale: mostra le entrate, i costi e i profitti attesi per i prossimi 3-5 anni;
  • il piano di Investimento che descriva l’ammontare del capitale necessario per avviare l’impresa e come sarà utilizzato;
  • analisi dei punti di pareggio e cioè il livello di vendite necessario per coprire tutti i costi. È un indicatore chiave della sostenibilità finanziaria dell’impresa;
  • previsioni dei flussi di cassa per dimostrare come i soldi entreranno e usciranno dall’impresa e che avrai abbastanza liquidità per coprire le spese correnti.
  • Analisi SWOT e Business model canvas

Ricorda, come disse Benjamin Franklin: “Se fallisci nel pianificare, stai pianificando di fallire“. Questa citazione evidenzia l’importanza di una pianificazione finanziaria accurata per il successo del tuo business.

Articolo scritto il 10/6/2023

dott stefano ventura bsness

STEFANO VENTURALinkedin

Stefano Ventura è il fondatore di Bsness.com, software house operante in Italia e Spagna. Si è laureato in economia e commercio presso l’Università di Bologna dove ha anche conseguito il titolo di Dottore Commercialista. Ha esercitato con successo la professione di Dottore Commercialista come esperto in budget e business plan per poi dedicarsi a tempo pieno alla crescita di Bsness.com.